Crea sito

Discarica isola ecologica di Tursi rimossa

Dopo quasi un anno dall’inizio della raccolta differenziata porta a porta, l’amministrazione comunale della città di Tursi ha fatto rimuovere la discarica abusiva presente di fronte il cancello dell’isola ecologica in località Ponte Masone. Perfetta cartolina di un territorio martoriato dalle discariche abusive, fedele rappresentazione di una cultura tursitana irrispettosa dell’ambiente, la discarica stava lì a simboleggiare anche l’ottusaggine dei nostri amministratori e il menefreghismo della ditta Avvenire e dei suoi dipendenti. Un mix di cultura, società e antropologia che per un anno ha rappresentato il fallimento di una raccolta rifiuti partita col piede sbagliato. Come chiesto insistentemente su questo blog, con numerosi articoli, e come auspicato dalla parte sana della città, la discarica è stata totalmente ripulita la scorsa settimana. Nello spiazzo è stato posizionato un bidone per consentire a chi ancora volesse liberarsi di rifiuti in eccesso, eludendo il sistema del porta a porta, di farlo senza inquinare. Un’azione tardiva, ma che ancora una volta non risolve il problema, che è di tipo culturale. Una persona rispettosa dell’ambiente non inquinerebbe mai, e ripeto mai.

Propongo all’Amministrazione comunale di investire il tempo libero dei nostri amministratori (consiglieri comunali, assessori e sindaco) in campagne di sensibilizzazione nelle scuole, nelle strade, nelle piazze. Fare di più si può, con il buon esempio diventa tutto più facile.

Fonte foto: Antonio Di Matteo

    Comments are closed.