Crea sito

Cercasi collaborazioni per il blog Tursi è nostra

Dopo settimane di tempesta, giorni di sereno, mesi di  battaglie, è arrivata finalmente la fine del primo anno di attività di questo spazio pubblico che è il blog Tursi è nostra. Lo ammetto, sono stato cattivo, fetente, pungente, offensivo, pesante, petulante, coglione. Ogni colpa ed ogni demerito fanno riferimento a me ed al mio operato, spesso impulsivo e colposo. Dopo un anno ho capito gli errori e proverò a correggerli. Smusserò gli spigoli, taglierò le punte, limerò le imperfezioni, ma per fare tutto questo ho bisogno di aiuto, delle vostre collaborazioni. È arrivato il momento di crescere, di far diventare questo progetto qualcosa di più, non solo un giocattolo da passatempo. Io ci metto il mezzo, il blog, l’entusiasmo, la mia disponibilità al dialogo, il mio tempo libero, le mie capacità e a voi chiedo di prendere parte al progetto, con le vostre competenze e conoscenze. Ognuno ci mette quello che ha, per dare alla nostra città un futuro diverso, fatto di idee e tanta voglia di metterle in pratica.

Ecco l’idea:

1-ogni partecipante avrà a completa disposizione un settore del blog, in perfetta autonomia di gestione e di pubblicazione, con l’unica raccomandazione di discutere e trattare argomenti inerenti la città e il territorio di Tursi;

2-ognuno, per le competenze che possiede, pubblicherà con la cadenza più consona alla sua routine settimanale, articoletti brevi riguardanti iniziative, idee ed innovazioni nella materia di competenza e che riguardano soprattutto la nostra città;

3-per partecipare basterà contattarmi via email: [email protected] oppure via telefono: 329 29 32 595 oppure su facebook.

4-io continuerò ad occuparmi della parte politica ed economica del blog, ma investendo maggiori energie sul lato tecnico più che sul lato ideologico o partitico.

5-avremo un codice etico da rispettare, così da lavorare al meglio tutti insieme.

E allora chiedo pubblicamente ad ogni singola personalità della città, con competenze specifiche in particolari settori, di farsi avanti per lanciare un nuovo modo di attivarsi per la nostra città, fatto di capacità e conoscenze messe al servizio della comunità. Per farlo, contattami per intraprendere questo cammino insieme, che farà delle idee e della loro realizzabilità il punto focale.

Alcuni tecnici sono appena stati interpellati da me e sto attendendo risposta, altri sono in procinto di accettare. Ognuno sarà responsabile soltanto di quello che scrive, che non avrà alcuna ricaduta sul lavoro degli altri autori. L’autonomia è il mezzo migliore che permetterà al progetto di mantenersi proattivo, attraente e necessario per la città. Una nuova stagione è iniziata. Tursi è nostra, riprendiamocela. 

    Comments are closed.