Crea sito

Incendio doloso nella Pineta di Tursi

Domenica 15 luglio, la Pineta di Tursi, in località Pescogrosso, è stata vittima di un incendio, a parere degli inquirenti, doloso. Si parla di 5 o 10 ettari di terreno bruciato, anche se ad occhio sembrano molti di più. Il fuoco è stato innescato di tardo pomeriggio e, con l’aiuto del vento, ha raggiunto immediatamente le cime delle colline lì vicino. Questo andamento ha facilitato il lavoro dei soccorritori perché, una volta raggiunta la cima, il fuoco rallenta, soffocandosi da solo. Nessun danno a cose o persone. Sono intervenuti i Vigili urbani, la Protezione civile locale, la Forestale e successivamente i Vigili del fuoco. Anche un elicottero ha provato a domare le fiamme, ma si è dovuta attendere la mattina successiva e l’arrivo di un canadair per poter finalmente dire che l’incendio era domato. Si tratta del secondo incendio di seguito in due anni. L’anno scorso andarono in fumo 60 ettari di Pineta vicino la Rabatana e quella volta pare fosse colposo.

Se di un incendio doloso si tratta, io avrei un’informazione da dare: tre quarti d’ora prima di vedere il fumo dell’incendio, ho visto una moto da cross, con autista tutto vestito di grigio, compreso il casco, che arrivò sotto il monte Pisone, si girò e ritornò lungo la stessa strada, la comunale che collega il monte con il paese. Poco dopo l’incendio.

Chiedo all’Amministrazione comunale di far eseguire alla Regione Basilicata, proprietaria della Pineta, lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria del sottobosco e di creare delle linee tagliafuoco senza vegetazione così da dividere la Pineta in tanti piccoli appezzamenti autonomi, prevenendo incendi e rallentandone l’avanzamento.

Fonte foto: World wide web

    Comments are closed.