Crea sito

Due assessori in meno, due nemici in più

re theodenLa giunta comunale della Città di Tursi subirà nei prossimi giorni l’ennesimo rimpasto. Ad annunciarlo l’arrivo di due tetri biglietti agli assessori Vincenzo Popia e Nicola Gulfo, da parte del sindaco amanuense. La loro competenza, i pochi ad averla davvero, non è più resa necessaria. A breve arriveranno le comunicazioni ufficiali di ritiro delle deleghe a tutti gli assessori, riconfermando però Bruno, Cosma e Caldararo, ed inserendo due nuovi assessori. Da chi verranno sostituiti? Dai “fedelissimi”, le virgolette sono d’obbligo, Sarubbi e Modarelli?

L’aereo sta precipitando e per ritardarne l’impatto con il suolo, l’equipaggio si libera degli oggetti più pesanti. Ma nulla può invertire la parabola discendente, perché i motori sono in avaria e il comando del veicolo è in mano al dirottatore, che manco sa dove mettere le mani.

Si sapeva che doveva accadere, pochi però sapevano quando. Di certo, molti nodi verranno al pettine.

Gli oramai ex assessori, non aspettavano altro, per loro è stata una liberazione. Hanno ricevuto un ottimo regalo per Pasqua, anche se le loro responsabilità in questi 3 anni non vengono cancellate dalla mattina alla sera. Sono stati complici, o quanto meno omissivi, di questo andazzo amministrativo. Dovranno lavorare molto per riacquistare quella dignità che i loro ex colleghi di maggioranza non hanno più. La strada sarà tortuosa e difficile, ma sarà ben illuminata dalla consigliera Montesano. Ne avranno entrambi il coraggio?

Ripercorriamo la dinamica: Gulfo e Popia mostrano i primi segni di indipendenza qualche mese fa, con la delibera di giunta sulla farmacia. Da allora, il rapporto di fiducia tra i due assessori e il resto della maggioranza si sfalda giorno dopo giorno. Altre vicende, sano attivismo amministrativo dell’assessore Popia e scomode istanze per posizioni dirigenziali dell’assessore Gulfo, hanno portato alla rottura. Il consiglio comunale del 26 febbraio scorso è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Riunione del gruppo consigliare “Uniti contro Tursi” che ha sancito la procedura da seguire: invio lettere, individuazione degli assessori, rimpasto di giunta, tattica pronta per il consiglio comunale.

Non ci resta che goderci lo schianto, sperando che accada su Azkaban.

Fonte foto: utabby.com

    2 Responses to “Due assessori in meno, due nemici in più”

    1. giovanni lasalandra ha detto:

      Sinceramente non so come commentare alla luce di questo “rinnovamento”. Non penso si possa parlare del “nuovo” che avanza . Spero comunque che qualcuno possa ricordare ai nostri “operai” , che prioritari sono e saranno i problemi dei cittadini.