Crea sito

Vincerà la verità

bugie farmacia tursiPer fugare tutte le ulteriori falsità che soggetti dell’amministrazione riversano per le strade della Città, il “Comitato Pro-Farmacia a Tursi” è chiamato,  ancora una volta, a fare chiarezza contro questa vergognosa azione di “deformazione” mediatica della realtà. La Giunta della Regione Basilicata ha deliberato il 14 maggio u.s. l’indizione del bando per l’assegnazione delle 26 sedi farmaceutiche disponibili sul territorio lucano. Il bando è stato pubblicato sul BUR  il 2 giugno e il periodo utile per l’accettazione delle domande, da presentare via web, è fissato in giorni 30 dalla data di pubblicazione sul BUR. Per chi avesse voglia e tempo, il bando spiega molto bene la procedura di assegnazione delle sedi farmaceutiche disponibili. Alcuni soggetti hanno avuto il coraggio di dire che le domande di partecipazione dovranno pervenire a Roma laddove ci sarà un mega concorso per la successiva assegnazione delle sedi.

Cittadini, non fatevi imbrogliare da questi millantatori. Il bando di concorso è regionale, per soli titoli e a prova di ogni equivoco in malafede.

La Giunta regionale nei prossimi giorni nominerà i membri della commissione valutatrice delle candidature che, al termine dei lavori, stilerà la graduatoria dei vincitori. Quest’ultima verrà deliberata dalla Giunta regionale e pubblicata sul BUR. Ognuno dei vincitori dovrà indicare un numero di farmacie alle quali ambisce pari al numero della sua posizione in graduatoria. Così facendo, se tutti rifiuteranno la nostra seconda farmacia in Panevino, almeno l’ultimo in classifica dovrà indicarla, pena l’esclusione e lo scorrimento della graduatoria.

La speranza è che chi accetterà la gestione della seconda farmacia in Panevino, subito dopo faccia richiesta di spostamento della sede nell’abitato di Tursi e che, tale richiesta, venga contestualmente suffragata/avallata/validata dai risultati positivi del referendum popolare che lo stesso Consiglio comunale avrà indetto in esecuzione a proprie decisioni assunte a suo tempo (Delibera C.C. del 26/02/2013). In altre parole, la popolazione tursitana sarà ben fiera di potersi esprimere sulla vicenda garantendo il proprio sostegno alla proposta del Comitato. Così il sindaco dovrà accettare, data la definitiva e univoca volontà popolare, la richiesta del gestore di trasferimento della seconda farmacia di Panevino e finalmente la Città avrà quanto le spetta.

Fonte foto: www.prolifenews.it

    Comments are closed.