Crea sito

Primi risultati di ReTurs

secondo ponte prima 1Sabato 28 e domenica 29 settembre, si è tenuta una due giorni di volontariato organizzata dalla Rete delle Associazioni della Città di Tursi, denominata ReTurs. L’evento “Volontario per un giorno” si poneva l’obiettivo di sensibilizzare i giovani e la cittadinanza tutta sulle tematiche della tutela dell’ambiente e del patrimonio storico e paesaggistico tursitano. Il 29 settembre si è tenuta una passeggiata per scoprire le bellezze che sarebbe bello condividere con sempre più concittadini: secondo ponte prima 2dalla Piazza, a San Francesco passando per Santi Quaranta, poi la Rabatana, San Michele, la Casa Museo Pierro, San Filippo e di nuovo al punto di partenza.

Il 28 settembre, dalle ore 9 fino alle ore 13, i componenti delle 10 associazioni che compongono la Rete, alcuni studenti delle scuole medie e superiori di Tursi e altri cittadini improvvisatisi volontari hanno risanato il tratto di Pineta che va dalla villetta fino al terzo ponte. Mentre i ragazzi bonificavano ai bordi della strada, gli adulti si dedicavano alla rimozione di tutti i rifiuti presenti nella discarica abusiva al secondo ponte. Le foto testimoniano la situazione precedente alla bonifica e quella successiva. La soddisfazione dei volontari era viva nei loro occhi, nonostante la stanchezza. La mancanza di tempo e di sacchi ha impedito la bonifica anche dei rifiuti al terzo ponte. secondo ponte dopo 1Va puntualizzato che i volontari si erano prodigati, con molta cura, di dividere i vari rifiuti in plastica, vetro, alluminio, metalli, rifiuti edili, rifiuti speciali ed indifferenziato. Però, i sacchetti così ordinati sono stati tutti raccolti all’interno dello stesso camion dalla ditta Iula e pressati per essere smaltiti indiscriminatamente in discarica. Dopo tutti gli sforzi profusi dai volontari e dai ragazzi nel differenziare, vedere in pochi minuti vanificate tutte quelle energie è stato davvero disarmante, sconfortante e soprattutto diseducativo. I ragazzi hanno imparato un’unica lezione: fate la raccolta differenziata, amate l’ambiente, fate tutte queste splendide cose con amore ed insieme agli amici, ma fatelo sapendo che degli amministratori senza scrupoli annienteranno tutto ciò che di stupendo avete realizzato. È stato un genocidio di belle speranze.

secondo ponte dopo 2Nonostante la collaborazione a parole del Comune di Tursi, l’amministrazione non era rappresentata da nessuno componente. Nessun membro della giunta né del consiglio comunale era presente, a dimostrazione del loro totale disinteressamento per le tematiche ambientali e in spregio alle fatiche dei volontari e dei ragazzi, figli della Città.

Sebbene ci siano state tutte queste problematiche e numerosi fossero gli uccellacci del malaugurio, la Rete ha prodotto i suoi primi risultati, indubbiamente concreti e positivi, per i cittadini e per il territorio. Sono bastate poche ore e tante facce stanche ma sorridenti per mostrare ad un’intera Città un’alternativa possibile, che parte dalla discussione, passa per la comprensione ed arriva all’azione. Siamo tutti in trepidante attesa per la prossima iniziativa della Rete.

Fonte foto: Antonio Di Matteo

    Comments are closed.