Crea sito

Votano a loro (in)saputa

democracy tursiVi ricordate l’approvazione del Regolamento per la disciplina dei Referendum, imposto dal Comitato “Pro-Farmacia a Tursi” all’amministrazione comunale? Ricordate anche che il testo fu stravolto durante il consiglio comunale del 7 maggio 2013 con menzogne e doppiogiochismi della maggioranza? Ricordate anche che esprimevamo dubbi su alcune sospette votazioni delle minoranze?

Oggi quelle votazioni non sono più sospette. È oramai sotto gli occhi di tutti che la votazione relativa all’articolo 5 comma 12 del Regolamento non fu un errore delle minoranze, ma fu una finta distrazione. L’articolo indicava quali organi potevano autenticare le firme sottoscritte. La bozza prevedeva il sindaco, gli assessori e i consiglieri comunali, che però durante l’approvazione del Regolamento sono stati cancellati. Le minoranze votarono a favore di questa cancellazione, giustificandosi in malo modo.

Possiamo tranquillamente dire che già in quell’occasione (il 7 maggio 2013, un anno fa, a pochi mesi dalla costituzione dei gruppi di minoranza), i consiglieri Montesano e Popia erano di nuovo organici alla maggioranza.

Sapete perché Popia e Montesano hanno votato in quel barbaro modo? Perché non possono mica lasciare nelle mani dei cittadini uno strumento così potente come i referendum.

Il compito di Popia e Montesano, concordato con la maggioranza, e successivamente anche di Cosma, era quello di far finta di fare opposizione per prendere in giro i cittadini.

Fonte foto:  shootingparrots.co.uk

    Comments are closed.