Crea sito

100 mila euro per la Pineta di Tursi

rifiuti pineta tursiPochi giorni fa è uscito un bando sul sito della Regione Basilicata intitolato “Sostengo agli investimenti non produttivi – terreni forestali”. Le risorse a disposizione sono 2 milioni di euro, di cui il 70% è destinato ad enti pubblici, il restante ai privati. Il bando ha scadenza 7 dicembre 2014.

Riportiamo alcuni estratti informativi:

L’intervento punta a migliorare l’ambiente e lo spazio rurale sostenendo la gestione e la tutela del territorio mediante la realizzazione di investimenti non produttivi nei territori boscati dove è prevalente o esclusiva la funzione pubblica del bosco e gli investimenti realizzati, aventi finalità ambientali ed ecologiche.

Le tipologie di investimenti ammissibili: sfolli di giovani impianti; diradamenti eseguiti in fustaie; avviamento all’alto fusto di cedui invecchiati; disetaneizzazione di fustaie coetanee; rinaturalizzazione di fustaie di conifere; ricostituzione di aree aperte all’interno dei boschi al fine di aumentare la variabilità spaziale e la biodiversità; realizzazione e ripristino, all’interno dei rimboschimenti esistenti o nelle aree di neocolonizzazione, di opere di sistemazione idraulico-forestale, quali: muretti a secco, piccole opere di canalizzazione e regimazione delle acque, anche al fine della creazione di microambienti per la salvaguardia di specie rupestri; interventi di ricostituzione e miglioramento della vegetazione ripariale, volti all’aumento della stabilità degli argini, all’affermazione e/o diffusione delle specie ripariali autoctone; realizzazione e/o ripristino di stagni, laghetti e torbiere all’interno di superfici forestali.

Inoltre, realizzazione di investimenti selvicolturali volti a migliorare la fruizione pubblica delle aree forestali: creazione e sistemazione di sentieri; realizzazione o ripristino di piazzole di soste, di aree picnic, di cartellonistica, di punti panoramici; ristrutturazione di campeggi e rifugi forestali (liberamente accessibili al pubblico, non a pagamento); realizzazione di cartellonistica e arredi per interventi didattici e divulgativi in bosco.

MuoviAmo Tursi ha fatto due proposte sulla Pineta di Tursi, e sulle pinete in genere presenti sul territorio. Una riguarda la creazione di sentieri e percorsi vita, nonché piste per atleti vari, per creare un attrattore turistico e sportivo che porti opportunità di lavoro. Un’altra riguarda lo sfoltimento delle pinete, per creare posti di lavoro dalla filiera del legno e ristabilire la vegetazione autoctona.

Oggi si è presentata l’opportunità per realizzare due delle proposte di MuoviAmo Tursi, con i soldi della regione Basilicata, eppure la nostra Città, per l’incapacità e malafede dell’attuale amministrazione comunale, perderà l’ennesima opportunità di sviluppo.

MuoviAmo Tursi ha dimostrato di proporre progetti realizzabili, in linea con parametri regionali, nazionali ed europei, con l’unica finalità di migliorare la gestione delle risorse presenti sul territorio e creare opportunità di lavoro.

Non basta far arrivare i soldi a Tursi, bisogna anche utilizzarli al meglio per creare ricadute moltiplicative sul sistema economico. Non si poteva realizzare un progetto e partecipare al bando, chiedendo 100 mila euro, ma anche solo 50-60 mila? Si poteva, ma all’amministrazione comunale non gliene frega di creare sviluppo per noi tursitani.

    Comments are closed.