Crea sito

Banda ultralarga in arrivo

banda larga internet veloce tursiAltro che banda larga, è in arrivo la banda ultralarga, alla faccia dell’amministrazione comunale che ci ha fatto perdere la banda larga. Dovevano appendere i manifesti dove spiegavano e dicevano, raccontavano e smentivano. Manifesti sul tema non se ne sono visti e noi li stiamo ancora aspettando. Si sono visti solo i manifesti degli auguri di buone feste, sui quali i cittadini hanno sputato amaramente dopo aver pagato la IUC.

La Regione Basilicata ha stanziato 22 milioni di euro per collegare 60 Comuni lucani, e far uscire dal digital divide il 95% della popolazione lucana. Il 10 dicembre 2014, la Telecom ha vinto il bando e aggiungerà all’investimento 10 milioni di euro propri. I lavori si concluderanno nel giro di 18 mesi.

Ecco cosa dovrebbe fare un’amministrazione comunale seria ed interessata solo al bene dei cittadini:

  • contattare gli uffici regionali e verificare se Tursi rientra nell’investimento;
  • se Tursi rientra, mettere a totale disposizione gli uffici comunali sia alla Regione che alla Telecom per velocizzare le procedure al massimo;
  • se Tursi non rientra, adoperarsi per far realizzare l’investimento anche a Tursi, e relative frazioni, incontrando Regione e Telecom ad uno stesso tavolo e trovare l’accordo.

Chi dice: “ma Tursi ha già l’adsl, Tursi ha già internet veloce”, costui ha un interesse privato da tutelare che va contro gli interessi di tutti i tursitani. A queste persone consiglio di leggere l’articolo 41 della Costituzione. A queste persone noi rispondiamo che la tecnologia non è  mai a sufficienza, perché più infrastrutture tecnologiche ci sono a Tursi e maggiori offerte di servizi sono a disposizione del cittadino. Maggiori alternative a costi migliori. Maggiori servizi di più tipologie. Più scelta e più opportunità.

Internet veloce serve sia per l’utente privato, sia per le imprese che hanno bisogno di connessioni potenti per vendere e comprare online, sia per gli uffici pubblici, sempre più telematici.

    Comments are closed.