Crea sito

Pericolo dai fiumi

fiume agri tursiChe i due fiumi, Agri e Sinni, siano critici, lo possiamo vedere con i nostri occhi ogni anno, quando le piogge invernali li ingrossano fino a trasformarli in un pericolo per terreni e capannoni agricoli. Non è il fiume pericoloso in sé, ma la sua gestione. Infatti, la pulizia del letto del fiume amplia la sede all’interno della quale il corso d’acqua può scorrere senza andare a compromettere ciò che si trova al di fuori dell’alveo. Ma se, per miopia e finto ambientalismo, la sede del fiume è rimasta senza alcun tipo di manutenzione ordinaria e straordinaria per 30 anni, inevitabilmente il corso d’acqua, come dimostrato dagli studi degli uffici regionali, sta riconquistando la propria sede naturale, che è molto più ampia di quella attualmente a disposizione. Per questo motivo è necessario intervenire, insieme a tutti i sindaci interessati, per far pressione sulla Regione Basilicata affinchè utilizzi i fondi europei, destinati alla lotta al dissesto idrogeologico, per ripristinare l’officiosità dei fiumi Agri e Sinni. Così facendo si potrà garantire agli agricoltori maggiore sicurezza.

MuoviAmo Tursi ha redatto una proposta in merito, che potete leggere QUI.

Ricordiamo che domani 28 febbraio, alle ore 18.30, presso la sede operativa di MuoviAmo Tursi, in via Roma 125, ci sarà l’incontro sull’Agricoltura con ospite un tecnico della Confagricoltura di Basilicata che sarà a piena disposizione degli agricoltori per chiarimenti sulla PAC e sui PSR, ancora in fase di approvazione.

    Comments are closed.