Crea sito

Aumenti della TARI – Parte 4

tursi paradiso fiscaleTari, sempre Tari. Oggi spieghiamo gli aumenti registrati per le utenze non domestiche (attività commerciali, laboratori artigianali, ecc.). Le tariffe nel 2014 erano al massimo per tutte le tipologie di attività economiche, esclusi i bar e pasticcerie, i negozi di ortofrutta, pescherie e fiorai, pizzerie, ristoranti e pub. Nel 2015, le tariffe sono state fissate al massimo per tutte le attività economiche, esclusi i bar e pasticcerie, i negozi di ortofrutta, pescherie e fiorai. Quindi, i ristoranti, le pizzerie e i pub sono passati dalla tariffa minima alla tariffa massima. Queste undici attività commerciali dovranno corrispondere 44 mila euro nel 2015, contro i 17 mila euro del 2014. Un aumento del 160% in un solo anno e senza una motivazione politica reale.

Nel merito, MuoviAmo Tursi, durante la discussione consiliare del 17/08/2015, che ha portato la maggioranza a votare l’aumento delle tariffe, ha proposto: 1-la riduzione delle tariffe per alcuni settori economici al fine di incentivarli, in una visione di sviluppo del territorio; 2- la rescissione contrattuale con la Teknoservice per avviare un servizio a gestione comunale, più efficiente e meno costoso, consapevoli che l’unico modo per ridurre la Tari è ridurre il costo del servizio. L’assessore Caldararo ha dichiarato pubblicamente che le tariffe sulle attività commerciali erano già ai minimi e quindi la proposta non poteva essere accettata. Come detto precedentemente e come risulta dalla tabella allagata alla delibera, le tariffe sulle attività commerciali sono ai massimi, salvo per due categorie. Su 31 categorie, solo 2 sono ai minimi. Le altre sono ai massimi. Quindi, la proposta di MuoviAmo Tursi è realizzabile. Per la seconda proposta, Caldararo ha detto che è in valutazione la rescissione del contratto e si sta ragionando su nuovi metodi di raccolta dei rifiuti. Per MuoviAmo Tursi è tutto un bluff, visto che mai questa amministrazione comunale rescinderà il contratto con la Teknoservice, visti i precedenti e i retroscena politici.

    Comments are closed.