Crea sito

Il bluff del baratto amministrativo

tasse tursiIn data 17/09/2015 MuoviAmo Tursi protocollava la proposta per istituire a Tursi l’istituto del Baratto Amministrativo, previsto dall’articolo 24 della Legge 164/2014, che recita: «I comuni possono definire con apposita delibera i criteri e le condizioni per la realizzazione di interventi su progetti presentati da cittadini singoli o associati, purché individuati in relazione al territorio da riqualificare. Gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, piazze, strade ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati, e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano. In relazione alla tipologia dei predetti interventi, i comuni possono deliberare riduzioni o esenzioni di tributi inerenti al tipo di attività posta in essere. L’esenzione è concessa per un periodo limitato e definito, per specifici tributi e per attività individuate dai comuni, in ragione dell’esercizio sussidiario dell’attività posta in essere. Tali riduzioni sono concesse prioritariamente a comunità di cittadini costituite in forme associative stabili e giuridicamente riconosciute».

Con questo provvedimento, i cittadini che non riescono a pagare i vari tributi comunali possono fare richiesta per vedersi del tutto esentati, ma solo dopo aver svolto alcune attività per la collettività comunale, come ad esempio: curare gli spazi verdi nel centro abitato, ripulire alcune strade del centro storico, ecc. Piccole cose che consentono a chi non ha sufficiente liquidità di liberarsi dal carico dei tributi comunali e al Comune di vedersi realizzati alcuni servizi pubblici.

In data 18/09/2015 Cosma ha risposto che il Comune aveva già avviato gli atti propedeutici alla realizzazione dell’iniziativa e che quindi la proposta di MuoviAmo Tursi era di fatto in ritardo.

Non contenti, dato che conosciamo la predisposizione alla menzogna del sindaco e dato che la tematica sociale ci è particolarmente a cuore, a differenza del mendace sindaco, in data 22/09/2015 abbiamo chiesto di prendere visione dell’intero fascicolo del baratto amministrativo.

In data 06/10/2015 prendevamo visione del fascicolo richiesto e, senza alcuna sorpresa, prendevamo atto che il fascicolo era stato preparato in fretta e furia solo dopo la nostra richiesta di presa visione ed era composto da una bozza di regolamento copiata da internet, dagli articoli di legge scaricati da internet e da una bozza di delibera di una paginetta.

Capisco che Cosma ha a che fare tutto il giorno con i suoi consiglieri comunali che non capiscono la differenza tra delibera e determina, ma con MuoviAmo Tursi non si scherza. Come sempre, il sindaco bugiardo, anche su tematiche importanti, si ritrova a fare la figura che si merita, quella dell’incompetente.

Si allegano i documenti citati, affinché il cittadino si renda definitivamente conto.

17-09-2015 baratto amministrativo proposta MuoviAmo Tursi

18-09-2015 baratto amministrativo risposta Cosma

Fonte foto: aforismario-blog.blogspot.com

    Comments are closed.