Crea sito

La curiosità del premio Nobel

premio NobelCapaci come siamo, oggi riflettiamo su tematiche meno locali, ma sempre molto interessanti. Vi mostreremo come la storia sia la conseguenza anche di piccoli eventi, ai più sconosciuti. Dopo un’attenta valutazione, svoltasi nel mese di ottobre in Svezia, verranno assegnati i premi “NOBEL”, e  consegnati oggi 10 dicembre, anniversario della morte di ALFRED  NOBEL. Come si assegnano i prestigiosi  riconoscimenti? Il Nobel è un premio che si assegna ogni anno a persone o istituti di tutto il mondo per il loro impegno nelle scienze, nella cultura e nella pace. Il premio è stato istituito da Alfred Nobel, un chimico e industriale svedese: nel suo testamento (datato 27/11/1895) Nobel ha indicato che tutto il suo patrimonio (oggi equivalente di circa 1,7 miliardi svedesi, cioè 200 milioni di euro, ottenuti grazie all’invenzione della dinamite), fosse usato per conferire questa  onorificenza.

Il motivo del suo lascito accadde nel 1888, quando morì il fratello e un giornale francese per errore pubblicò il “Necrologio”, discorso sulla morte di Alfred Nobel, condannandolo aspramente per l’invenzione della dinamite, il cui titolo era “Il mercante di morte è morto”, spiegando che Nobel divenne ricco per aver trovato il modo di uccidere le persone nel minor tempo possibile. Così, dopo questo episodio, iniziò a riflettere come sarebbe stato ricordato dopo la sua morte e così pensò di lasciare tutto il suo patrimonio per un migliore ricordo di sé.

Oggi il fondo è gestito dalla fondazione Nobel e i vincitori sono scelti da varie commissioni e accademie. Questi i premi: Nobel per la fisica, per la chimica, per la letteratura, per la medicina, per la pace, per l’economia (istituita nel 1969 e finanziato dalla Banca di Svezia).

Manca il premio alla matematica?

Da una ricerca fatta, mito vuole che ALFRED  NOBEL abbia escluso la matematica dalla lista dei premi per gelosia: sua moglie avrebbe avuto una relazione extraconiugale con un illustre matematico GòstaMittag-Leffler. Peccato che Nobel non sia stato sposato. E se è vero che aveva un’amante la viennese Sophie Hess non ci sono prove che lei e Mittag-Leffler si siano mai neanche conosciuti.

Alcuni hanno ipotizzato che tra Nobel e il matematico svedese ci fosse un’antipatia personale che nulla aveva a che fare con la rivalità in amore. Nobel e Mittag avevano più di dieci anni di differenza. Entrambi erano di Stoccolma, ma non hanno avuto molte occasioni per conoscersi e odiarsi perché  Nobel ha lasciato la Svezia per Parigi quando Mittag era ancora uno studente.

La domanda rimane: perché la matematica è stata tagliata fuori? Non c’è una risposta, ad oggi.

Gino Digno

Fonte foto: www.radioradio.it

    Comments are closed.