Crea sito

Capacità inutilizzate

Francesco Gallicchio con una scolaresca presso i Mulini ad acqua nel Pescogrosso.

Francesco Gallicchio con una scolaresca presso i Mulini ad acqua nel Pescogrosso.

“Ho settanta anni e ho paura che si perda tutto quanto ho creato in questi anni. Voglio lasciarlo agli altri.” Un patrimonio di foto, memorie, esperienze, aneddoti, fatiche, poesie, premi, riconoscimenti. La cosa che più colpisce di Francesco Gallicchio è l’ansia di trasmettere agli altri emozioni, di qualsiasi genere, nel bene e nel male. Un personaggio che non lascia nulla al caso, nulla. Perfino l’abbigliamento. Un personaggio. Una maschera teatrale costruita negli anni. Un personaggio che usa l’insolito per far discutere, e per questo discutibile. E che cosa c’è di più discutibile dell’arte? Gallicchio ha capito che la bellezza della natura, dell’arte, della poesia, è maggiore se condivisa con gli altri. L’arte come mezzo sociale.

Gallicchio che ha avuto la tenacia di meritarsi riconoscimenti letterari plurimi e consecutivi. Meritati appunto, perché ha la capacità innata di generare versi, accoppiare parole, rime e ritmi. Se una sola rima di Gallicchio ci fa provare un’emozione, allora è arte.

Tursi ha il dono di generare geni. Chi ha una indescrivibile capacità con i numeri, chi con la fisica, chi con la pittura, chi con la poesia. Tutti geni e tutti messi da parte. Lo stesso Albino Pierro, deriso da alcuni, indifferente ai molti. Il popolo teme ciò che è insolito, lo rifugge. Eppure, se ci fosse, nel 2016, la capacità di mettere a frutto queste intelligenze, ci sarebbe un indubbio beneficio per tutti. Quello che maggiormente mi rammarica è l’assenza di attenzione da parte di coloro che dovrebbero tutelare e preservare il patrimonio umano, storico, culturale, affettivo di cittadini che potrebbero e vorrebbero ancora dare tanto per un arricchimento sociale e collettivo. È vero, ci vuole tanta attenzione, tanta pazienza, tanto tempo. Ma a cosa servono le associazioni di volontariato?

Di seguito alleghiamo alcuni video.

Ravaten e Ravatanes

A squadr

A resèt

    Comments are closed.