Crea sito

Piange il telefono

vodafone tursi offertaIn data 18 agosto 2015, mentre i tursitani si divertivano con il tanto declamato programma estivo tursitano, la giunta comunale approvava il nuovo piano di telefonia mobile e fissa per il Comune di Tursi. La Vodafone, non si sa se su invito di qualche brillante assessore, protocollò in data 4 agosto 2015 una offerta. La giunta comunale, come prima detto, la ritenne “migliorativa e conveniente” rispetto al sistema precedentemente adottato. 43 tra telefoni e tablet, più di 20 SIM, 30 aggeggi per il “controllo del territorio”. Volete sapere quanto era “migliorativa e conveniente” questa offerta della Vodafone? Ci sarebbe costata 37 mila euro all’anno. Peccato che i calcoli non sono stati fatti prima di approvare la delibera, ma solo dopo. Infatti, la stessa giunta comunale ha approvato una delibera il 23 febbraio 2016 con la quale revoca ogni servizio, delegando gli uffici comunali a trovare offerte migliorative. A conti fatti, dato che il servizio è durato per 6 mesi circa, il Comune ha speso quasi 20 mila euro… alla faccia della crisi e dei debiti.

Leggendo attentamente la nota del 4 agosto inviata dalla Vodafone, si intuisce molto altro ancora. Il “Prof.” Cosma, stando alle dichiarazione della scrivente operatrice Vodafone, aveva scelto la società telefonica prima di ricevere la migliore offerta della stessa. Quindi, il dubbio sorge: come ha fatto la Giunta comunale a valutare “migliorativa e conveniente” un’offerta che neanche conosceva? E come è stata capace di valutarla rispetto alle altre presenti sul mercato? Si legga la nota pubblicata in fotografia. Dubbi che i lettori di Tursi è Nostra sanno risolvere da soli.

I problemi di Tursi sono dovuti alle opposizioni poco collaborative” va dicendo in giro qualcuno…

I tursitani hanno sbagliato a votare, non ci sono oramai più dubbi. Si spera che non ricadano nell’errore.

    Comments are closed.