Crea sito

Lo sporco del Pescogrosso – Parte 1

tursi pescogrosso 1I nostri racconti iniziano sempre con una data. Questa volta era il 22 febbraio 2014. E i nostri racconti proseguono sempre così: alcuni cittadini ci avevano segnalato un grave inquinamento fognario a valle del depuratore comunale, in contrada Canala. La struttura è dell’Acquedotto Lucano, gestita da privati. Però la responsabilità era anche dell’amministrazione comunale, prima autorità sanitaria sul posto. Il 25 febbraio facemmo partire la prima segnalazione all’Acquedotto Lucano, all’Arpab, al Noe, all’Ispettorato della Forestale a Roma. Il 28 febbraio venni contattato dalla Forestale di Tursi per un sopralluogo congiunto. La nostra segnalazione aveva mosso qualcosa. Da allora, i primi provvedimenti vennero presi.

Infatti, l’Acquedotto Lucano fece i primi rilievi chimici. La Forestale convocava l’Acquedotto e il Comune per un sopralluogo congiunto al fine di indagini di Polizia Giudiziaria, durante il quale venne “accertata e denunciata la presenza di un tubo che sversava nel torrente reflui a monte della depurazione per il quale è stato disposto, dal personale del Corpo Forestale dello Stato, l’immediata chiusura e sigillatura, al fine di consentire il normale funzionamento dell’impianto di depurazione. È stata, altresì, accertata la realizzazione di una ulteriore vasca in calcestruzzo di sedimentazione fanghi senza la prescritta autorizzazione.” Ho appena citato atti ufficiali dell’ufficio tecnico comunale.

    Comments are closed.