Crea sito

Resoconto consiglio comunale del 28 maggio 2016 – Parte 1

coyote foolproof plan tursiCi dispiace per i tursitani, ma siamo arrivati al punto che le tasse aumenteranno, tutte, indiscriminatamente, per pagare i debiti creati dai loro cari, nel vero senso della parola, eletti. 1,8 milioni di euro nel 2014, 1,2 milioni nel 2015, 3,2 milioni nel 2016, 1,2 milioni nel 2017, 1,2 milioni nel 2018. Per un totale di 8,6 milioni di euro di disavanzo al 2018. A questo va aggiunto il debito finanziario, pari a 1,5 milioni di euro. Facendo una somma approssimativa, perché andrebbero sottratte le quote annuali dei mutui e delle rateizzazioni dei disavanzi degli anni precedenti, si arriva a 10 milioni di euro. MuoviAmo Tursi, a dicembre 2013 affermava che il debito comunale era insostenibile. A maggio 2015 affermava che i debiti al 2014 erano più di 4 milioni di euro. A gennaio 2016 affermava con certezza che il deficit del Comune al 2015 era pari a circa 7 milioni di euro. Cifre che trovano conferma nei documenti contabili del Comune. MuoviAmo Tursi si è dimostrata l’unica forza politica capace di stimare il volume della problematica e capirne la fonte, relazionando ampiamente durante la seduta del 28 maggio scorso.

I tursitani, si trovano a dover far fronte a tagli di servizi (mensa, trasporto scolastico, ecc.), trasferimenti (clientelismi vari, feste e festicciole, ecc.). Inoltre, vista la situazione disastrosa, l’amministrazione comunale, unica responsabile del disastro finanziario dell’ente, aumenterà le tasse, anche oltre i limiti di legge. Quindi, oltre ai tagli (meno servizi), anche più tasse, stimate attorno alle 700 euro a famiglia all’anno, oltre a quello che già paghiamo oggi. Ogni famiglia, darà al Comune circa 7 mila euro in 10 anni. Tanto ci sono costati Caldararo, Cosma, Labriola e Veneziano.

Un baratro economico si prospetta per il commercio, l’edilizia e le famiglie tursitane.

La soluzione c’era. Forse c’è ancora, ma deve cadere l’amministrazione comunale per realizzarla.

Nessuno può dire di non essere stato avvisato per tempo. MuoviAmo Tursi non accetta ignoranza.

    Comments are closed.