Crea sito

Contro gli anziani e i malati

farmacia panevino tursiChe l’amministrazione comunale faccia gli interessi di pochi gruppi di potere è sotto gli occhi di tutti. Passano più tempo a preparare bandi, che a risolvere i problemi dei cittadini. A conferma, quando c’è l’occasione di realizzare una proposta delle opposizioni che porta innumerevoli benefici per i cittadini, soprattutto anziani e malati, l’amministrazione comunale se la dà a gambe, ancora una volta, per tutelare interessi di pochi a danno di molti. E quando i gruppi consiliari di opposizione chiedono al consiglio comunale di impegnare il sindaco a rilasciare nullaosta nel caso in cui il farmacista assegnatario della seconda farmacia faccia richiesta, 3 consiglieri di maggioranza se ne vanno nel totale menefreghismo (Cavallo, Ottomano, Cuccarese) e Cosma minaccia di far mancare il numero legale alla seduta pur di liquidare rapidamente la questione. Cosma che senza conoscere minimamente l’iter che ha portato la seconda farmacia a Tursi e la procedura che porterà all’assegnazione, vuole le mani libere. Libere di barattare l’ennesimo servizio che Tursi merita, ma che in mano a questi soggetti verrà perso. Infatti, Tursi potrebbe perdere i requisiti demografici nel frattempo. E finalmente avremo il risultato tanto sperato dall’ex sindaco?

Due farmacie a Tursi portano tanti benefici: turni notturni e festivi, prezzi più bassi, miglior servizio e maggiore offerta di medicinali senza doverli prenotare, assenza di code e comodità nel raggiungere le sedi.

L’amministrazione comunale, messa di fronte la questione, si è dimostrata come la precedente: contro la seconda farmacia a Tursi, contro i tursitani, contro gli anziani, contro i malati, contro chiunque meriti dei farmaci a basso prezzo. L’amministrazione del popolo è contro il popolo.

    Comments are closed.