Crea sito

Migranti a Tursi

migranti-tursiCome necessario, MuoviAmo Tursi sta approfondendo la questione migranti in termini normativi, ma non solo. Alcune cose vanno specificate chiaramente ed immediatamente: la Prefettura non può costringere un Comune ad accettare migranti; la Regione Basilicata è l’unica in Italia ad aver accettato più migranti di quelli prestabiliti; ci sono cooperative continuamente alla ricerca di nuove sedi per accogliere migranti al fine di fare attività d’impresa; ci sono Comuni che hanno rifiutato di accettare migranti; si potrebbe già oggi impedire, con un procedimento amministrativo comunale, l’arrivo di migranti. Sulla base di questi presupposti, si capiscono le responsabilità, i disegni imprenditoriali dietro questa vicenda e chi potrebbe avere benefici, economici e politici. Una cosa è certa: non possiamo consentire a pochi di avere benefici sulle spalle e alle spalle di un’intera comunità.

MuoviAmo Tursi già in campagna elettorale aveva annunciato che la ex chiesa del Sacro Cuore in viale Sant’Anna sarebbe stata destinata a centro per i migranti. Il progetto resta sempre in piedi perché le imprese private hanno sempre interesse a fare il più alto profitto possibile, sfruttando le emergenze che si presentano. MuoviAmo Tursi ha posto sempre tre quesiti: se accogliere, come accogliere, fino a quale scadenza accogliere. Si può accogliere, ma l’iter deve essere trasparente, progettuale, democratico, rispettoso.

Nei prossimi giorni vi presenteremo la documentazione ufficiale.

Nel frattempo, i gruppi consiliari di opposizione hanno richiesto un consiglio comunale ad hoc, straordinario ed urgente, da tenersi nelle ore serali e il prima possibile, per discutere ufficialmente della questione e prendere provvedimenti in merito. Inoltre, nelle more, ha chiesto la immediata sospensione dell’inter procedurale di accoglienza dei migranti, in attesa del consiglio comunale.

L’amministrazione comunale da che parte sta? Dopo la richiesta delle opposizioni, lo può dimostrare davvero.

Fonte foto: 

    Comments are closed.