Crea sito

Tutela disabili a parole

disabili-via-romaPer l’amministrazione comunale l’attenzione ai disabili è solo a parole. Perché queste cose bisogna farle più che dirle. MuoviAmo Tursi, su segnalazione di alcuni cittadini, ha chiesto in consiglio comunale di spostare un parcheggio in via Roma, vicino al numero civico 107, per permettere ai disabili di poter utilizzare una rampa che è stata costruita ma mai utilizzata. La rampa in questione è a pochi passi dalla piazza ma l’intero marciapiede non può essere utilizzato da pensionati e disabili perché non ha uno sbocco. Quindi, spostando di pochi metri il parcheggio e creando un piccolo varco, si poteva consentire l’utilizzo della rampa e del marciapiede. Nonostante la richiesta in consiglio e la nota protocollata il 27 giungo 2016, la rampa è ancora inutilizzabile.

L’amministrazione comunale che tanto blatera sui disabili, quando viene messa alla prova, dimostra la propria inconsistenza.

    One Response to “Tutela disabili a parole”

    1. Nicola ha detto:

      Mi sembra una giusta osservazione per abbattere le barriere architettoniche in un paese o una città e rendere più fruibile la stessa città da parte di chi ha problemi di mobilità. Spesso oltre alle barriere architettoniche ci sono barriere mentali dei cittadini che non si preoccupano abbastanza di chi ha bisogno di più attenzione. Il grado di civiltà di una comunità si misura dal livello di attenzione che si pone nei confronti dei più deboli nella scala sociale.