Crea sito

Craparico.it

Quella che presenteremo oggi è un’altra genialata dell’amministrazione Labriola, perpetrata nei metodi, con quella attuale. Nel 2014 si conclusero i lavori di ristrutturazione della struttura comunale che ospitava l’ufficio postale a Caprarico, affianco la chiesa nel borgo. L’obiettivo era realizzare un centro per la valorizzazione e fruizione dell’identità culturale del borgo rurale di Caprarico, in agro di Tursi, con la creazione di un centro di cultura e documentazione sulla riforma agraria e una mostra permanente che documenti la riforma agraria nel Comune di Tursi. Un progetto costato alla Comunità europea 250 mila euro e al Comune di Tursi 50 mila euro tra Iva e incentivi. In attesa di prossimi aggiornamenti, vi lasciamo con una chicca. Il progetto prevedeva la creazione di un sito internet con il seguente indirizzo: www.craparico.it. Per fortuna che poi fu trasformato in www.caprarico.it. La struttura non è funzionante e da due anni è abbandonata a sé stessa. Se a questo aggiungiamo che il centro doveva consentire ai visitatori di interfacciarsi telematicamente con il centro e che la connessione ad internet è stata disdettata, vuol dire che si è raggiunta l’apoteosi della coerenza. Ad ulteriore dimostrazione che il buco di bilancio del Comune di Tursi ha un’origine chiara ed inequivocabile.

    Comments are closed.