Archivio mensile:Maggio 2017

I video del Comizio di MuoviAmo Tursi

MuoviAmo Tursi continua la sua attività politica e sociale. Sabato sera ad un comizio con un pubblico rigorosamente libero e non pagato si sono approfondite numerose tematiche. L’occasione del comizio è sempre piaciuta a MuoviAmo Tursi perché permette di informare un’ampia platea di quelle che sono le tematiche più importanti della quotidianità politica ed amministrativa della Città. Ma è anche un modo per riflettere collettivamente di quelli che sono stati gli errori del passato al fine di percorrere la strada verso il futuro senza inciampare di nuovo. Eolico, cinghiali, usi civici, rifiuti, primarie, bilancio e tanto altro ancora. Se non avete potuto partecipare, di seguito ci sono i link per vedere il comizio. Continua a leggere

Comizio MuoviAmo Tursi – 6 maggio 2017

Sabato 6 maggio 2017, alle ore 19.30, in Piazza Maria SS. di Anglona, MuoviAmo Tursi terrà il proprio comizio, con l’obiettivo di informare i cittadini sulle tematiche di cronaca politica più rilevanti e sull’attività svolta dall’Associazione in questi mesi. Smaschereremo un’amministrazione comunale molto attenta nel fare le promesse e del tutto assente quando le deve mantenere. Un’amministrazione comunale che non ha dimostrato alcuna attenzione di fronte ai problemi degli agricoltori, delle famiglie, delle imprese. Mentre ha sempre scodinzolato di fronte agli interessi politici dei comitati elettorali che l’hanno sostenuta alle elezioni. Ecco perché investiamo così tante energie nella divulgazione di informazioni. Continua a leggere

Aumentare immediatamente la fornitura idrica agli agricoltori di Tursi

Gravissimo quanto sta accadendo nel silenzio generale. Gli agricoltori di Tursi e dei Comuni limitrofi sono senza acqua perché l’EIPLI – Ente Irrigazione non ha aumentato i litri di fornitura idrica al Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto. Quest’ultimo non può quindi sopperire con quei pochi litri a disposizione a tutte le esigenze degli agricoltori. Non può l’Ente Irrigazione, per ripicca nei confronti del Consorzio di Bonifica o della Regione Basilicata, nei confronti del quale è creditore, ridurre la fornitura idrica danneggiando non certo il Consorzio ma l’intero comparto agricolo tursitano e del circondario. Tursi vive solo di agricoltura, senza la quale muore l’economia di un’intera comunità. Continua a leggere