Crea sito

Le donazioni alla biblioteca comunale di Tursi all’ombra del campanile – Parte 1

In qualità di donatore, ormai quinquennale, alla Biblioteca Comunale di Tursi, con volumi di varie discipline, consegnati generalmente in settembre, con una breve relazione  sulle tematiche dei libri donati, mi permetto di fare qualche piccola osservazione, nella speranza che in futuro si possa operare meglio nell’acquisto dei volumi da destinare alla biblioteca  comunale, nel rispetto delle varie discipline che fanno parte del sapere umano. Da quanto risulta da una delibera del Comune di Tursi, Area Tecnica – Servizio Socio Culturale, datato 28/12/2017 prot. n^ 12.404, si evidenzia che il signor E.S. ha donato la somma di euro 1.000,00, acquisita agli atti del Comune  in data 20/03/2017, prot, n^ 3042, con una specifica richiesta: “La somma donata di euro 1000,00  deve essere spesa esclusivamente  per l’acquisto di libri utili ad arricchire la biblioteca comunale”.

A questo signore, che, nell’anonimato ha fatto questo nobile gesto del donare soldi per essere spesi nel sapere delle future generazioni tursitane e del pubblico in generale, va tutto il mio plauso e ringraziamento per aver offerto ai giovani e a tutti gli abitanti di Tursi,  una più vasta gamma di libri per ampliare gli spazi del sapere di chi si dedica alla lettura.

Sempre nella delibera comunale del 28/12/2017 viene specificato che i 1.000 euro donati sono stati spesi per comprare, tanti volumi degli stessi 5 autori e più esattamente:

1)  ” La storia immaginata dentro le stelle di Colobraro” di Maria Porzia  Cassavia, n^ 15 copie  al costo di 10 euro cadauno, costo totale euro 150,00.

2)   ” Memoria Topografica Istorica della Città di Tursi e sull’antica Pandosia di Eraclea oggi Anglona” di Antonio Nigro. n^ 10 copie al costo di euro 20 cadauno, costo totale euro 200,00.

3)   “Memoria lucana” pubblicazione del fotografo Donato Fusco. n^ 20 copie, al costo di 10 euro cadauno, costo totale euro 200,00.

4)    ” Ritorno in Lucania, Luoghi e scritture del Novecento” di Raffaele Nigro. n^ 10 copie, al costo di euro 15 cadauno, costo totale euro 150,00.

5)    ” Storia di Tursi” di Gaetano Bruno. n^ 20 copie al costo di euro 15 cadauno, costo totale euro 300,00.

Alla luce di queste notizie, che apprezzo per la trasparenza, credo si sia in parte travisato l’intendimento del donatore E.S. che chiedeva più libri possibili per la biblioteca comunale.

Il mio dubbio è: “Cosa se ne fa una biblioteca pubblica di uno stesso volume ripetuto 10 – 15 – 20 volte, se lo spirito della biblioteca pubblica è mettere a disposizione più libri possibili, che spaziano su varie discipline a 360° ?”

Esprimo tutta la mia stima ed ammirazione  per gli autori dei cinque volumi acquistati in gran quantità, ma il tutto ha il  sapore di una operazione “campanilistica, ghettizzante e provinciale” nel fare cultura.

Per la personale esperienza, in qualità di professore di Storia e Letteratura Italiana, per 36 anni nelle scuole superiori di secondo grado, e, nel contempo come storico dell’Architettura e Ricercatore per 15 anni (1986-2000) presso il Politecnico di Milano, per la disciplina ” Storia della Città e del Territorio”, mi permetto di dare qualche consiglio, per il futuro, in caso di donazioni monetarie da spendere per acquisti libri per la Biblioteca Comunale di Tursi.

Se l’intenzione dell’Amministrazione Comunale era di divulgare le notizie e le storie di Tursi,  bastava comprare 5 copie  dei 5 autori per destinarli a:

1) Biblioteca Comunale di Tursi;

2) Biblioteca Diocesana di Tursi-Lagonegro;

3) Biblioteca Provinciale di Matera;

4) Biblioteca Regionale di Basilicata;

5) Biblioteca Nazionale di Firenze ( o di Roma, o di Torino).

NICOLA PERSIANI

    Comments are closed.