Crea sito

Coltivazione dei frutti di bosco – Un’opportunità per grandi e piccoli agricoltori – Parte 2

Prima di scendere nei particolari, non essendo un agronomo e né un tecnico del settore , mi sono preoccupato di documentarmi e far conoscere, agli aspiranti agricoltori, le varie problematiche  per la realizzazione del campo dedicato alla coltivazione dei frutti di bosco, il tutto sintetizzato in questi 13 punti.

1)     Che cosa significa avviare una coltivazione di piccoli frutti di bosco. Quale piano di fattibilità e quale metodologia per elaborarlo.

2)     Perché conviene avviare una coltivazione di frutti di bosco: l’idea, l’attività del business, gli spazi di mercato per l’avvio di una coltivazione di frutti di bosco, le condizioni di realizzabilità di una coltivazione  di frutti di bosco.

3)     Che cosa offrire: coltivazione di lamponi, more, ribes, mirtilli, uva spina, mirto, lentisco,gelso nero, ginepro, rosa canina, sambuco ed altri frutti. I prodotti accessori. L’utilizzazione dei piccoli frutti. Ciclo di vita dei prodotti.

4)     L’analisi del mercato potenziale delle coltivazioni dei frutti di bosco. Come promuovere al meglio una coltivazione dei frutti di bosco. Le potenzialità del mercato. La segmentazione del mercato. La concorrenza. Le strategie del marketing.

5)     La coltivazione dei frutti di bosco: il clima e la preparazione del terreno per ogni pianta, la concimazione, l’irrigazione, la propagazione, l’impianto, le forme di allevamento, la potatura e la difesa parassitaria per ogni tipo di pianta, le tempistiche e le modalità di raccolta per ogni frutto, il confezionamento, la conservazione  e la trasformazione.

6)     Come organizzare la coltivazione dei frutti di bosco: attrezzature agricole per la lavorazione  del terreno, impianti di irrigazione, pompa irroratrice e atomizzatore, pali di sostegno e teli, rimorchio, piano di lavoro, imballaggi e confezioni , le dimensioni e caratteristiche del terreno, la localizzazione ideale per le diverse piante, il magazzino agricolo, il confezionamento, il locale refrigerato ed il laboratorio di trasformazione , il personale e le mansioni da svolgere.

7)     Quanto si può guadagnare: gli investimenti necessari per la apertura di una coltivazione di frutti di bosco, i ricavi annui realizzabili, i costi da sostenere per la gestione di una coltivazione  di frutti di bosco, i guadagni di una coltivazione dei frutti di bosco, dal reddito operativo lordo al reddito netto.

8)     Quanto capitale serve per avviare una coltivazione  di frutti di bosco: i flussi finanziari, il piano di cassa.

9)     Il Software per l’elaborazione del business plan: a cosa serve utilizzare il Software, esempio di fattibilità, il piano degli investimenti, il conto economico a regime.

10)   I contributi a fondo perduto e i finanziamenti a tasso agevolato che finanziano le coltivazioni di frutti di bosco, le leggi nazionali, i riferimenti regionali e locali.

11)   Gli adempimenti burocratici e le principali operazioni di avvio: gli adempimenti burocratici e le autorizzazioni di una coltivazione di frutti di bosco, i contatti di lavoro per il personale, le forme giuridiche possibili, la normativa e la legislazione nel settore, fac-simile del contratto di locazione locali/terreni.

12)   Come trovare ulteriori informazioni, le associazioni di categoria nel settore, le mostre, i saloni e le fiere da visitare, i libri e le riviste da leggere.

13)    La photogallery: galleria di immagini selezionate per dare una rappresentane visiva chiara, semplice ed anche piacevole all’attività.

Per saperne di più su tutte queste notizie potete telefonare all’agenzia “CREAIMPRESA” TEL. 010-322 321 oppure inviare una email a: “[email protected]

La mia riflessione era che, molti giovani, anche se solo con la disponibilità di piccoli terreni, possono tentare di agganciare un reddito che potrebbe incrementare nel tempo, sfruttando anche l’Economia Circolare, cioè riciclando tutto ciò che sta intorno all’agricoltura per la coltivazione dei frutti di bosco.

Per i Comuni interessati, suggerirei uno sportello ” Informa Giovani” per aiutare gli aspiranti imprenditori-agricoli ad avviare l’attività per i frutti di bosco, che, per effetto trascinamento, potrebbero creare nuove ricchezze ma anche tantissime opportunità di lavoro per altri giovani. Ciò potrebbe offrire alle nuove generazioni.

la possibilità di immaginare un futuro nel proprio territorio e non prevedere, come si è fatto sino ad ora e si continua a fare oggi, una emigrazione continua , togliendo le energie migliori al Mezzogiorno d’Italia.

Buona fortuna a chi avrà il coraggio e l’entusiasmo di provarci.

Nicola Persiani

    Comments are closed.