Crea sito

Candidati Presidenti alle elezioni regionali di Basilicata – Parte 2

Il centro sinistra ha candidato Carlo Trerotola, figlio di un noto sindaco lucano del Movimento Sociale Italiano. Imprenditore di successo della città di Potenza ha accettato di smacchiare le vergogne politiche del centro sinistra lucano. Impresa ardua dato che proprio loro si vergognano di quello che hanno fatto in questi anni. Lo dimostra il fatto che sono spariti tutti i simboli di partito. Il logo del Partito Democratico è stato rimpicciolito al punto da essere non leggibile. Gli altri partiti della vecchia coalizione si sono rinnovati nei nomi e nei volti. Alcuni, dopo la sconfitta in Abruzzo sono saltati nel centro destra, come Nicola Benedetto. Altri, non accettati nel centro destra, nonostante le suppliche, l’ultima notte hanno costituito una lista fantoccio. È il caso di Aurelio Pace, la cui lista è stata disconosciuta nel nome persino da Trerotola, il candidato Presidente. Questa coalizione/accozzaglia è la rappresentazione della paura di perdere che avevano i big, tanto da arrivare ad usare Trerotola come parafulmine.

Il centro destra ha candidato lo sconosciuto Vito Bardi. Rispettabilissimo per i meriti sul campo, meno per il fatto che sia stato calato dall’alto, come sempre nel centro destra. Una candidatura che è sostenuta da tutti i partiti della coalizione: Forza Italia, Lega NORD, Fratelli d’Italia e Nicola Benedetto, assessore di Pittella fino a qualche giorno fa. Possiamo dire che l’opera di bonifica richiesta a gran voce dal popolo del centro destra non è stata completa, ma almeno Aurelio Pace è stato rispedito, anche se solo l’ultima notte, alla casa del padrone. Benedetto, in caso di sconfitta del centro destra, farà il solito salto a sinistra.

    Comments are closed.