Crea sito

Delibera 2 del 13-02-2019 – Regolamento per la gestione delle strutture comunali

Durante il Consiglio comunale del 13/02/2019 venne approvata dalla maggioranza la delibera n. 2 del seguente punto all’ordine del giorno: «Proposta di deliberazione riguardante: Regolamento per la concessione in uso di strutture ed attrezzature di proprietà comunale. Approvazione». Il consigliere comunale di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, esprime voto contrario dichiarando quanto segue: “Nonostante la fattiva collaborazione dei gruppi consiliari di opposizione, la maggioranza ha ritenuto di portare in Consiglio comunale una proposta di Regolamento errata in numerosi punti, nonché priva del principio importantissimo di assegnazione delle strutture pubbliche sulla base di un avviso pubblico al fine di massimizzare il beneficio del Comune, ente proprietario. Inoltre, la maggioranza non ha voluto regolamentare le concessioni di tutte strutture comunali, derogando numerosi concessionari sia nella durata del possesso che nelle condizioni economiche dello stesso. Per MuoviAmo Tursi si tratta di una deroga inaccettabile ed iniqua che rende di fatto inutile lo strumento regolamentare. Tale affermazione ha come conferma il fatto che il regolamento proposto rimanda continuamente a quanto stabilito dalla delibera di giunta comunale 117 del 10/10/2017. Il primo ed unico caso al mondo di strumento “legislativo” che si fonda su uno strumento “esecutivo”. Errore dettato probabilmente da ignoranza nella gestione della cosa pubblica.

Un regolamento errato, in numerosi punti, rappresenta un vulnus insanabile quando viene attuato. Infatti, un regolamento che si contraddice, incompleto e errato sarà l’occasione per molti richiedenti di appellarsi alle decisioni dell’amministrazione, con tutti i costi e i ritardi conseguenti, che invece con il regolamento si volevano evitare.

Se la maggioranza avesse valorizzato l’apporto tecnico e politico dei gruppi consiliari di opposizione non avrebbe patito l’ennesima figuraccia agli occhi dei cittadini tursitani e non solo.

Si potrebbe credere che questo regolamento non serve ad altro che a scaricare la responsabilità dalla giunta comunale sul consiglio, con evidenti oneri a carico degli incauti consiglieri di maggioranza che approveranno. Infatti, una gestione delle strutture comunali inefficiente, o peggio, politicamente connivente, rappresenta uno dei punti di indagine degli enti di controllo (Commissione ministeriale e Corte dei conti). Quindi, un regolamento che legalizza una gestione in deroga, sia nei tempi che negli oneri a carico del concessionari, e senza assegnazione con evidenza pubblica rappresenta una perdita patrimoniale secca per il patrimonio comunale. E il Comune di Tursi non può, in una fase di richiesta di predissesto, permetterselo.

MuoviAmo Tursi ha dimostrato in questi 4 anni di attività consiliare una fattiva collaborazione alla stesura di atti corretti nella forma, senza derogare però al nostro spirito di tutela degli interessi dei cittadini e al mandato elettorale ricevuto.

Questa proposta di regolamento è un atto ostile dell’amministrazione comunale nei confronti dei gruppi consiliari. MuoviAmo Tursi non accetta subirlo. Da oggi in poi MuoviAmo Tursi non parteciperà ad alcuna riunione dei Capigruppo perché spesso, come in questo ultimo caso, è stata solo l’occasione per la maggioranza di svilire le competenze dei consiglieri di opposizione.

MuoviAmo Tursi ha primeggiato in tutte le occasioni per spirito critico, senso civico e competenze espresse”.

    Comments are closed.