Crea sito

La tassa sulla spazzatura ancora aumentata

Durante il Consiglio comunale del 28/03/2019 venne approvata dalla maggioranza la delibera n. 9 del seguente punto all’ordine del giorno: «Approvazione piano economico e finanziario e tariffe per l’applicazione dell’imposta unica comunale (I.U.C.) componente TARI – Anno 2019 – Bilancio di previsione 2019/2020. Provvedimenti». Il consigliere comunale di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, esprime voto contrario dichiarando quanto segue «A tariffe immutate perché già al massimo, la ripartizione tra costi fissi e variabili comporterà un aumento di 36 mila euro su tutte le famiglie, da 10 a 30 euro a famiglia. La ditta assegnataria realizzerà in ritardo il progetto con il quale ha vinto il bando, rappresentando una riduzione del servizio offerto. Per questo voto contro».

Con l’arrivo delle bollette Tari alcuni cittadini hanno notato addebitarsi la tassa anche su locali ad uso esclusivamente agricolo in palese violazione della normativa e della giurisprudenza recentissima. Sulla questione abbiamo già interessato gli uffici competenti per gli accertamenti del caso. Quando non è la logica e il buon senso che guida l’attività amministrativa di un ente pubblico ma solo la necessità di raccattare risorse a danno dei poveri fessi che il giorno vanno a lavorare ci sentiamo in dovere di intervenire. Le risorse si trovano dalla lotta all’evasione fiscale, nella quale gli uffici e gli amministratori si sono dimostrati incapaci, e non dall’ampliamento della base imponibile in deroga a qualsiasi legge. La verità è lenta ed inesorabile.

    Comments are closed.