Richiesta di intervento strutturale sulla condotta fognaria

A seguito delle numerose segnalazioni orali e scritte da parte di cittadini ed istituzioni rivolte all’Acquedotto Lucano Spa questo è intervenuto con riparazioni delle rotture senza alcun impegno a sostituire nella loro interezza i tratti di condotta fognaria particolarmente logori e datati. Infatti, numerose perdite fognarie, alcune delle quali particolarmente copiose, una di queste verificatasi recentemente e durata alcuni giorni, sfociano nell’alveo del torrente Pescogrosso a valle dell’edificio del Municipio di Tursi. Si rammenta la presenza di una condotta fognaria inutilizzata sulla destra idraulica del torrente Pescogrosso che ha il suo inizio proprio sotto l’edificio del Municipio di Tursi i cui lavori sono stati ultimati e pagati nel 2007-2008 ma, come risulta dalla perizia del CTU, soltanto l’8% (otto%) della condotta è stata realizzata a regola d’arte, essendo priva delle giuste pendenze per funzionare. Continua a leggere

Interruzioni idriche troppo frequenti

Numerose imprese utilizzano quotidianamente l’acqua potabile per svolgere la propria attività economica (bar, ristoranti, residenze turistiche, panifici, pasticcerie, ecc.). E numerosissime utenze domestiche vengono utilizzate dai privati cittadini per l’igiene personale e dell’abitazione, con particolare attenzione per quelle famiglie con persone affette da disabilità grave che hanno un frequentissimo bisogno di acqua potabile per garantire gli standard di igiene dei propri cari. Da alcuni anni ad ogni precipitazione “abbondante” la fornitura idrica ad uso potabile dello schema idrico “Frida” viene interrotta a causa di un dichiarato “intorbidimento” della sorgente. A seguire, molto spesso si verifica una rottura della condotta, così come accaduto il 23 dicembre 2019, a Francavilla in Sinni. Continua a leggere

Riscossione coattiva affidata ad Equitalia

Durante il Consiglio comunale del 14/05/2019 venne approvata dalla maggioranza la delibera n. 15 del seguente punto all’ordine del giorno: «Affidamento della riscossione coattiva delle entrate comunali all’Agenzia delle Entrate-Riscossione». Il consigliere comunale di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, esprime voto contrario con la seguente motivazione:

Visto che il Comune ha la dotazione organica per provvedere in proprio alla riscossione anche coattiva delle entrate comunali e che questa gestione esternalizzata andrebbe ulteriormente a sollevare gli amministratori dalle responsabilità derivanti dallo stato di dissesto finanziario in cui l’ente si trova; Visto che la presente delibera altro non è che una delega in bianco, senza alcun indirizzo politico chiaro, definito e programmatico, data da un’amministrazione comunale che alcun atto politico concreto ha realizzato per la lotta all’evasione fiscale e che quindi non ha la caratura politica per trattare la questione.” Continua a leggere

Ingiunzione fiscale anche a chi ha pagato

Durante il Consiglio comunale del 28/06/2019 venne approvata dalla maggioranza la delibera n. 20 del seguente punto all’ordine del giorno: «Approvazione definizione agevolata e relativo regolamento delle entrate comunali non riscosse a seguito di ingiunzione fiscale – D.L.N. 34 del 30/04/2019». Il consigliere comunale di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, si astiene dichiarando: “Non è stato previsto dall’articolo 15 del D.L. 34/2019 che l’Ente doveva provvedere con un Regolamento, ma bastavano anche gli altri strumenti amministrativi. Continua a leggere

Errore nei calcoli dei gettoni di presenza

Il consigliere comunale di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, si è visto liquidare circa € 88,00 di gettoni di presenza in più di quanto gli spettava a causa di un mero errore materiale degli uffici comunali. Infatti, probabilmente per una svista gli uffici si erano dimenticati che i consiglieri comunali avevano già ricevuto il pagamento dei gettoni relativi alle prime sedute di consiglio comunale del 2015. Di Matteo, accortosi dell’errore, ha segnalato in data odierna l’accaduto. Con la stessa nota è stato richiesto il ricalcolo delle presenze e dei gettoni e di ricevere una nota ufficiale da cui emerga l’importo preciso da restituire all’ente  il codice Iban su cui liquidare. Continua a leggere

Assestamento al Bilancio di Previsione 2019/2021

Durante il Consiglio comunale del 30/07/2019 venne approvata dalla maggioranza la delibera n. 21 del seguente punto all’ordine del giorno: «Variazione di assestamento al bilancio di previsione 2019/2021». Il consigliere comunale di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, esprime voto contrario affermando quanto segue:

Dispiace assistere ad un Revisore dei Conti che meramente attesta il lavoro dichiarato dal Responsabile del servizio finanziario senza rendicontare al Consiglio comunale, alla Corte dei Conti e alla Commissione Ministeriale per la Stabilità degli enti locali, di cui non si ha notizie da ormai tre lunghi anni (con tutte le conseguenze negative per l’ente, i cittadini e il tessuto economico), il reale stato dei conti comunali. Continua a leggere

Rendiconto di Gestione 2018

Durante il Consiglio comunale del 14/05/2019 venne approvata dalla maggioranza la delibera n. 14 del seguente punto all’ordine del giorno: «Approvazione del rendiconto di gestione Esercizio finanziario 2018». Il consigliere comunale di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, esprime voto contrario affermando quanto segue:

Visto che la spesa per il personale non si è ridotta, anzi è aumentata rispetto al 2017 di circa € 60.000,00, per la possibile elusione della normativa e dei CCNL sul lavoro part time e sui nuovi contratti a tempo pieno da parte di enti in dissesto come il Comune di Tursi, nonostante i numerosi pensionamenti, passati e futuri;

Visto che l’avanzo di amministrazione si fonda principalmente su un milione di euro di TARI non ancora riscossa e che probabilmente non verrà riscossa nella sua interezza, come già avvenuto negli esercizi precedenti; Continua a leggere

Tursi Comune NO Plastic-free

Durante il Consiglio comunale del 04/09/2018 venne approvata la delibera n. 21 del seguente punto all’ordine del giorno: «Chiusura strutture esterne attività commerciali – Disciplina». Il consigliere comunale di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, esprime voto contrario dichiarando quanto segue: “Considerando che ora è divenuto necessario dotarsi di un regolamento comunale che disciplini questa normativa nel complesso; considerato che le caratteristiche da garantire sono l’amovibilità delle strutture della attività commerciali e la relativa attinenza al contesto urbanistico e paesaggistico; visto la proposta (bocciata dal Consiglio comunale) di rimozione della parola “PLASTIFICATE” per ampliare la possibilità di scelta delle attività commerciali; considerato che verrà rilasciato parere paesaggistico (e che quindi spetta agli uffici competenti stabilire la conformità della struttura e non alla politica), voto contro”. Continua a leggere