Archivio dell'autore: Nicola Persiani

Coltivazione dei frutti di bosco – Un’opportunità per grandi e piccoli agricoltori – Parte 2

Prima di scendere nei particolari, non essendo un agronomo e né un tecnico del settore , mi sono preoccupato di documentarmi e far conoscere, agli aspiranti agricoltori, le varie problematiche  per la realizzazione del campo dedicato alla coltivazione dei frutti di bosco, il tutto sintetizzato in questi 13 punti.

1)     Che cosa significa avviare una coltivazione di piccoli frutti di bosco. Quale piano di fattibilità e quale metodologia per elaborarlo.

2)     Perché conviene avviare una coltivazione di frutti di bosco: l’idea, l’attività del business, gli spazi di mercato per l’avvio di una coltivazione di frutti di bosco, le condizioni di realizzabilità di una coltivazione  di frutti di bosco. Continua a leggere

Coltivazione dei frutti di bosco – Un’opportunità per grandi e piccoli agricoltori – Parte 1

L’estate scorsa a Milano faceva molto caldo e dopo una  vita trascorsa al mare d’estate, ho preferito progettare le mie vacanze in montagna. Ho scelto il Trentino Alto Adige, in una piccola località  di alta montagna circa 1.200 mt. Spinges (BZ) ,vicino Bressanone, quasi al confine con l’Austria.Aria buona , paesaggi meravigliosi, tanta lettura e moltissime passeggiate immerso nella Natura e con un pass gratuito offerto dall’Hotel per visitare tutti i musei e poter prendere tutti i mezzi di trasporto che sono presenti nel Trentino Alto Adige sempre gratuitamente.

Non voglio raccontarvi le mie vacanze in alta montagna, ma solo per ribadire che in una delle tante passeggiate, mi sono imbattuto in un vasto campo di coltivazione di frutti di bosco a spalliera, molto ben tenuto e credo con molti frutti da raccogliere e vendere. Continua a leggere

Le donazioni alla biblioteca comunale di Tursi all’ombra del campanile – Parte 2

Se si vuole operare nel rispetto della cultura in generale, qual è e deve essere lo spirito di una biblioteca pubblica, bisogna dotarsi di una Commissione Multidisciplinare, fatta da volontari, composta da almeno 7 persone, se di più ancora meglio, esperti di varie discipline che decidono con saggezza come spendere i soldi donati per l’acquisto di libri che a rotazione coinvolgano tantissime discipline: 1) esperto di Economia, Commercio e Finanza, 2) Arte,Storia, Filosofia e Letteratura, 3) Giurisprudenza e Politica, 4) Matematica Fisica e Scienza, 5) Medicina, Infermieristica, 6) Architettura, Ingegneria e Progettazione, 7) Agricoltura, Allevamenti, Agronomia  ed altri esperti sulle attività del territorio di appartenenza. Continua a leggere

Le donazioni alla biblioteca comunale di Tursi all’ombra del campanile – Parte 1

In qualità di donatore, ormai quinquennale, alla Biblioteca Comunale di Tursi, con volumi di varie discipline, consegnati generalmente in settembre, con una breve relazione  sulle tematiche dei libri donati, mi permetto di fare qualche piccola osservazione, nella speranza che in futuro si possa operare meglio nell’acquisto dei volumi da destinare alla biblioteca  comunale, nel rispetto delle varie discipline che fanno parte del sapere umano. Da quanto risulta da una delibera del Comune di Tursi, Area Tecnica – Servizio Socio Culturale, datato 28/12/2017 prot. n^ 12.404, si evidenzia che il signor E.S. ha donato la somma di euro 1.000,00, acquisita agli atti del Comune  in data 20/03/2017, prot, n^ 3042, con una specifica richiesta: “La somma donata di euro 1000,00  deve essere spesa esclusivamente  per l’acquisto di libri utili ad arricchire la biblioteca comunale”. Continua a leggere

Commercio equo/solidale e filiera corta – Parte 2

Cerchiamo ora di analizzare nel dettaglio i quattro livelli organizzativi.

1)  Centro Generale di raccolta e distribuzione dei prodotti agricoli.

Consiglierei nella scelta dell’ubicazione della struttura una località ben servita dalla viabilità stradale e non distante  da una stazione ferroviaria, come per esempio quella di Policoro/Tursi. Se è vero, come dicono gli attuali governanti, il trasporto ferroviario, per motivi ecologici e strategici in generale sarà il futuro dei trasporti delle persone e delle merci. In merito a ciò avevo avanzato l’ipotesi per la Regione Basilicata di una tratta ferroviaria strategica che mettesse in contatto Mar Tirreno e Mar Jonio, Maratea/Policoro. Una zona idonea  potrebbe essere per il Centro Generale , la sponda sinistra del Fiume Sinni, sotto la frazione di Panevino di Tursi. Continua a leggere

Commercio equo/solidale e filiera corta – Parte 1

Prima di evidenziare i punti cardini del “sistema  commerciale  equo/ solidale” e della “filiera corta” è utile  sottolineare a grandi linee cosa significano  in concreto i due sistemi sopracitati. C’è da dire, che, in parte, questi argomenti li avevo già esposti in un precedente articolo a titolo “Tursi a tutto GAS” su questo stesso giornale in data 19 giugno 2015. Ma andiamo per ordine  e descriviamo in breve i due sistemi commerciali.

Il “commercio equo e solidale” o “commercio equo” (Fair Trade, in inglese) è una forma di commercio  che dovrebbe garantire al produttore ed ai suoi dipendenti un prezzo giusto e predeterminato, assicurando anche la tutela del territorio. Questo tipo di commercio, si oppone alla massificazione  del profitto praticata dalle grandi catene di “Distribuzione Organizzata” (G.D.) e per grandi produttori. Il carattere tipico di questo commercio è di vendere direttamente al cliente finale i prodotti, eliminando qualsiasi catena di intermediari. Continua a leggere

Metropolitana leggera di superficie “Pitagora”

Di recente, due eventi straordinari si sono verificati sul nostro territorio lucano ed entrambi mi hanno fatto riflettere molto sul futuro dei trasporti delle merci e delle persone in Basilicata. In qualità di architetto urbanista , mi sta a cuore  la sorte e la qualità dei trasporti della mia regione di origine, anche se vivo ormai a Milano da 35 anni. Il primo fatto rilevante, anche se in fase sperimentale, è l’apertura dell’aeroporto “E. Mattei” a Pisticci (MT), struttura aeroportuale che potrebbe rilanciare il Turismo e l’economia in generale della Lucania, “in primis” la città di Matera, in occasione della straordinaria circostanza della città dei Sassi come “Capitale Europea della Cultura” del 2019. Continua a leggere

La Banca del Tempo

Il tempo ritrovato. Sembra un gioco di parole ma è un potente strumento di Solidarietà tra piccole e grandi comunità di persone che intendono darsi una mano reciprocamente. Per spiegare meglio le funzioni ed il ruolo che svolge questa particolarissima  Banca , proviamo a porci 5 domande, attraverso le risposte  a queste domande potremo dare informazioni particolareggiate sul funzionamento di questo ottimo e meraviglioso servizio sociale.

Ecco le 5 domande e successivamente le relative risposte: Continua a leggere