Archivio della categoria: Come è andata a finire

ICA srl vince contro il Comune

La ICA srl, società incaricata più di 10 anni fa dell’attività di emissione delle multe, ha vinto con sentenza n. 250/2019 dl 18/03/2019 la causa civile contro il Comune di Tursi per un importo attorno ai 300 mila euro comprensivi di spese, interessi, perizie, compensi professionali e tasse. L’importo della sentenza sarà interamente a carico dei cittadini. Nel piano di riequilibrio poliennale della fase di predissesto, la pendenza giudiziaria veniva quantificata per 218 mila euro ed inoltre veniva considerata una riduzione del debito in fase di concordato con la ditta creditrice. Continua a leggere

Arriva l’acqua a Caprarico

Un mese fa richiedevamo al Consorzio di Bonifica di attivare la fornitura idrica per uso irriguo al territorio di Tursi che va da Caprarico Vallo fino a Gannano. La fornitura avviene tramite un sistema di vasche nel territorio di Santarcangelo, come da foto. La prima vasca riceve l’acqua direttamente da un canale nel fiume Agri e decanta l’acqua dividendola dalla melma. La seconda vasca invece immette l’acqua depurata nelle condotte. La prima vasca si riempie ogni anno di melma e il Consorzio non provvede in tempo a ripulirla. Ecco perché la fornitura è sempre ritardata a giugno. Quest’anno la vasca non è stata affatto pulita perché la melma era ancora bagnata e l’escavatore era impossibilitato ad opere. Continua a leggere

Grazie a tutti i coraggiosi cittadini

Un grande GRAZIE.
Non ci sono altre parole.
Tra voti con preferenza, voti di lista (chi non è riuscito ad esprimere la preferenza) e voti nulli (con preferenza ma in altra lista) abbiamo superato i 300 voti a Tursi.
Grazie anche ai più di 100 cittadini negli altri comuni della Provincia.
Un risultato che ci gratifica.
300 liberi cittadini che credono coraggiosamente in un modo di fare politica differente da quanto fatto in questi anni.
A voi coraggiosi cittadini, GRAZIE!
Continua a leggere

Truffa a 5 stelle

In questa estate appena trascorsa è accaduto un fatto politicamente grave per la nostra comunità. Il Movimento 5 stelle ha realizzato su internet la procedura definita Regionarie per scegliere i candidati da inserire nelle proprie liste alle elezioni regionali che si terranno nei prossimi mesi. A Tursi c’erano alcuni autocandidati alla procedura online. Per citarne alcuni: Mario Cuccarese, Elisabetta Mazzei e Giuseppe Cristiano. Mario, aveva già partecipato con discreto successo alle Parlamentarie per le elezioni di marzo 2018, ma sempre Mario non ha visto accettata la sua autocandidatura alle Regionarie. Continua a leggere

Deserto il bando per la vendita dei terreni comunali

Come già successo in passato per incassare soldi freschi da sprecare, l’amministrazione comunale ha azzardato la vendita attraverso procedura di un bando di gara dei terreni comunali, oggi in affitto agli agricoltori. Incuranti del precedente esito negativo, il 28 febbraio 2018 è stato pubblicato il nuovo bando e il 9 maggio è stato reso pubblico l’esito, con risultato medesimo. Bando deserto, in quando è stata accertata l’assenza di offerte pervenute nei termini indicati, ovvero entro il 30 aprile 2018. I famosi milioni di euro di Caldararo per risanare il Comune di Tursi da lui fatto fallire dove sono? Tutta carta straccia su cui questi amministratori hanno fondato il futuro di Tursi. Continua a leggere

Condanna per danno erariale per Cosma e Labriola

Di qualche giorno fa la pubblicazione della notizia di condanna per danno erariale per Cosma e Labriola, consiglieri della Provincia di Matera dal 2009 al 2014. Citando il giornalista Amato de il Quotidiano della Basilicata: “Labriola e Cosma sono stati condannati anche per essersi fatti risarcire spese di viaggio dichiarando l’utilizzo di auto non più circolanti alla data del viaggio ammesso a rimborso.” Inoltre, sempre Amato scrive che “Cosma dovrà dare indietro 999,00 € corrispondenti al valore del personal computer notebook acquistato con i fondi erogati ai gruppi consiliari, non essendo stato restituito al termine del mandato nel maggio del 2014”.

Continua a leggere

Conseguenze del voto del 4 marzo 2018

Nonostante la pioggia, oggi è una bella giornata per Tursi e per la Basilicata. I cittadini hanno dato un segnale chiaro a chi ha amministrato in questi ultimi anni.
Un segnale che però va oggi consolidato.
E’ per questo che alla prossima riunione dell’Assemblea dei soci di MuoviAmo Tursi proporrò un mio passo indietro politico. Cioè: tutte le questioni politiche di Tursi andranno sottoposte e saranno seguite dal M5S, tutte le questioni squisitamente tecniche relative al mandato ricevuto dai cittadini di Tursi nel 2015 saranno portate avanti dal sottoscritto.
Non mi dimetto da consigliere comunale per motivi squisitamente tecnici, ma non mi sento più tale. Con lo spirito che mi ha sempre contraddistinto, porterò a termine il mandato. 
Continua a leggere

Risolto l’enigma della Forestazione

Finalmente è stato risolto l’enigma della Forestazione. Come in tutte le tante tristi vicende di questa amministrazione comunale, emerge sempre chiaro il fine di operazioni politicamente deplorevoli nei confronti di dipendenti comunali che null’altro facevano che il loro lavoro nel rispetto degli accordi sottoscritti. Magicamente, qualcuno ha scoperto che quelli accordi maturavano soldi per chi svolgeva quelle mansioni e voilà. Nell’articolo del 23 ottobre 2017  scrissi che “La soluzione dell’enigma forse si avrà quando verranno indicati i nomi dei nuovi dipendenti comunali che andranno a formare il gruppo che gestirà queste risorse? Continua a leggere