Archivio tag: Bonifica

Arriva l’acqua a Caprarico

Un mese fa richiedevamo al Consorzio di Bonifica di attivare la fornitura idrica per uso irriguo al territorio di Tursi che va da Caprarico Vallo fino a Gannano. La fornitura avviene tramite un sistema di vasche nel territorio di Santarcangelo, come da foto. La prima vasca riceve l’acqua direttamente da un canale nel fiume Agri e decanta l’acqua dividendola dalla melma. La seconda vasca invece immette l’acqua depurata nelle condotte. La prima vasca si riempie ogni anno di melma e il Consorzio non provvede in tempo a ripulirla. Ecco perché la fornitura è sempre ritardata a giugno. Quest’anno la vasca non è stata affatto pulita perché la melma era ancora bagnata e l’escavatore era impossibilitato ad opere. Continua a leggere

Fornitura idrica a scopo irriguo a Caprarico

Il consigliere comunale Antonio Di Matteo, Presidente del Gruppo consiliare MuoviAmo Tursi, ha chiesto al Consorzio di Bonifica di Basilicata in data odierna che l’acqua a scopo irriguo venga fornita per le località Caprarico Sottano, Caprarico Basso e Caprarico Cento Tomoli come stabilito da contratto già dal giorno 01/04/2019 e non com’è accaduto negli anni precedenti in cui l’avvio della fornitura coincideva con l’inizio del mese di giugno. Continua a leggere

Programma per l’Agricoltura – Elezioni Regionali 2019

L’agricoltura è, insieme al turismo, il settore che crea ricchezza nella nostra Regione e che dà lavoro a migliaia di imprese, braccianti, operai specializzati, professionisti, trasportatori, commercianti, fornitori. Un indotto di milioni di euro e di decine di migliaia di lavoratori. Un settore abbandonato a sé stesso. Problemi irrigui irrisolti d’estate, allagamenti d’inverno, danni da fauna selvatica al raccolto e agli impianti, difficoltà a collocare il prodotto sul mercato, l’annosa questione del demanio regionale, contributi Pac e Psr non corrisposti o corrisposti in ritardo per cavilli, viabilità rurale sempre più degradata. Queste le problematiche più urgenti di un comparto che pretende attenzione. Continua a leggere

Le crisi idriche si prevengono

Nell’annata agricola 2017, le difficoltà organizzative del Consorzio di Bonifica e del Centro Operativo di Policoro, in particolar modo, sono emerse in pieno. In questi mesi, il Consorzio ha avuto il tempo e il modo per intervenire. Sul territorio di Tursi, gli interventi non si sono visti con intensità.

Le vasche Finata 1C, San Teodoro C1, Marone 3A-1 e Monte 3A-2 hanno urgente bisogno di essere ripulite da tutto il materiale presente al loro interno: melma, terreno, vegetazione, pietrame. Questo affinché si possa ampliare la capienza degli invasi e migliorare l’efficienza degli impianti del Consorzio, riducendo l’incidenza dei detriti negli impianti dei privati fruitori. Continua a leggere

Due anni di successi politici per MuoviAmo Tursi – Parte 2

Sulla questione dei cinghiali, MuoviAmo Tursi, dopo aver approfondito la tematica con gli uffici regionali e locali, ha sentito la necessità di responsabilizzare la politica che si è dimostrata inerte di fronte ad un’invasione che danneggia gravemente, soprattutto negli ultimi anni, il comparto agricolo. Da quest’anno i cinghiali hanno iniziato a distruggere i frutteti per poterne mangiare il raccolto. Nessun provvedimento regionale è stato adottato per aumentarne gli abbattimenti e ridurre l’incidenza degli animali, ma allo stesso tempo la Regione paga centinaia di migliaia di euro di risarcimenti. La correlazione tra immobilismo e danni è fonte di responsabilità. Continua a leggere

Le bugie della politica e del Consorzio affossano l’agricoltura tursitana

Nonostante il lungo periodo di piogge, il Consorzio di Bonifica non ha realizzato alcuna miglioria in questi quindici giorni di basso consumo idrico. Infatti, dopo neanche una settimana di caldo intenso, tutte le vasche al servizio del territorio di Tursi sono vuote. La vasca Torre, che serve la maggior parte dei frutteti lungo il fiume Sinni, la vasca San Teodoro, che serve contrada Piano Amendola e limitrofe, la vasca Bornè, che serve contrada Monte e Gannano, sono tutte sorprendentemente vuote. La vasca Troyli, la principale presente sul nostro territorio comunale, è in deficit idrico perché i litri in entrata sono insufficienti a sostenere quelli in uscita. Continua a leggere

Aumentare immediatamente la fornitura idrica agli agricoltori di Tursi

Gravissimo quanto sta accadendo nel silenzio generale. Gli agricoltori di Tursi e dei Comuni limitrofi sono senza acqua perché l’EIPLI – Ente Irrigazione non ha aumentato i litri di fornitura idrica al Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto. Quest’ultimo non può quindi sopperire con quei pochi litri a disposizione a tutte le esigenze degli agricoltori. Non può l’Ente Irrigazione, per ripicca nei confronti del Consorzio di Bonifica o della Regione Basilicata, nei confronti del quale è creditore, ridurre la fornitura idrica danneggiando non certo il Consorzio ma l’intero comparto agricolo tursitano e del circondario. Tursi vive solo di agricoltura, senza la quale muore l’economia di un’intera comunità. Continua a leggere

Fontane comunali chiuse a Caprarico

La frazione di Caprarico è stata gravemente penalizzata dalla chiusura di tre fontane comunali. Con la scusa della mancanza di risorse, che invece vengono ampiamente destinate ad altro, come vi rendiconteremo, tre importantissime fontane comunali sono state chiuse: a Gannano, a Sotto e al villaggio Anglona. Non si tratta di fontane sempre aperte, ma con rubinetto che veniva regolarmente chiuso dagli utilizzatori. Erano fontane al servizio dell’intero comparto agricolo dell’area, che le utilizzava durante il periodo invernale per lo sporadico approvvigionamento che la frutticoltura richiede. Nessun preavviso è stato comunicato ai fruitori, né sono state indicate le alternative di approvvigionamento che ci sono, così da non creare alcun disagio alle decine di agricoltori dell’area. Continua a leggere