Archivio tag: Caldararo

Caldararo e i conti che non tornano

illusionista tursiProseguiamo con la disamina delle dichiarazioni orali dell’assessore al bilancio. Orali perché non ha il coraggio di mettere nero su bianco neanche le motivazioni della sua assenza durante una seduta di consiglio comunale, figuriamoci se relaziona sulla così complessa materia della TARI. “Il contratto è chiuso” urlava l’assessore in piazza, cercando di convincerci che se i rifiuti aumentano non pagheremo di più. Il problema non è se i rifiuti aumentano, ma se diminuiscono. Infatti, la popolazione si riduce, le attività chiudono, la condizione economica di crisi persiste e quindi i rifiuti si riducono. Continua a leggere

Caldararo e i numeri

revisore dei contiProprio perché a noi piace rispondere nero su bianco e punto per punto, siamo qui a spezzettare le affermazioni fatte dall’assessore al bilancio Caldararo durante il recente comizio e ad analizzarle insieme a voi, in piena trasparenza ed onestà. Caldararo inizia il discorso affermando che la Tarsu non è lontana anni luce dalla Tari in termini di carico sostenuto dai cittadini. Per lui, noi cittadini paghiamo più o meno la stessa cifra. Nella realtà dei fatti, c’è stato un aumento della tassa di 130 mila euro nel solo 2015, pari al 21% in più rispetto all’anno precedente. Se si considerano gli aumenti della Tares e della Tari messi insieme, l’aumento è all’incirca del 100% rispetto al carico fiscale Tarsu. Continua a leggere

Caldararo e la grandine

grandineCome preannunciato, rispondiamo nero su bianco e punto per punto alle filastrocche dell’assessore al bilancio e all’agricoltura. Oggi replichiamo a quanto detto dall’assessore durante il recente comizio in merito alla grandinata del 24/06/2015. Caldararo ci accusava di aver deformato l’operato dell’amministrazione comunale e quanto detto dall’assessore regionale Braia. Per fortuna, parlano gli atti e lasciamo a loro spiegare l’accaduto. In data 24/06/2015 si verificava la violenta grandinata su Marone, Anglona e località limitrofe. Continua a leggere

Nero su bianco, punto per punto

microfono tursiNei prossimi giorni risponderemo nero su bianco, punto per punto, al comizio dell’assessore al bilancio Caldararo. Noi, e ripeto noi, risponderemo mettendo nero su bianco il nostro intervento e pubblicheremo tutto sul blog, così che l’assessore possa leggere a casa e in pubblica piazza quanto di importante ed approfondito abbiamo scritto. L’assessore invece preferisce i giochetti di parola, preferisce non lasciare traccia. Forse per paura di venire facilmente smentito, come sempre accade? Noi, e ripeto noi, i comizi li registriamo e li pubblichiamo, sia per rispetto dei cittadini, sia per consentire agli avversari politici di avere tutto il materiale per replicare. Noi mostriamo maturità nella dialettica politica e nei contenuti, noi. Gli avversari, tra cui l’assessore al bilancio, si nascondo dietro la denigrazione personale, dimostrando grave carenza di contenuti. Continua a leggere

Aumenti della TARI – Parte 4

tursi paradiso fiscaleTari, sempre Tari. Oggi spieghiamo gli aumenti registrati per le utenze non domestiche (attività commerciali, laboratori artigianali, ecc.). Le tariffe nel 2014 erano al massimo per tutte le tipologie di attività economiche, esclusi i bar e pasticcerie, i negozi di ortofrutta, pescherie e fiorai, pizzerie, ristoranti e pub. Nel 2015, le tariffe sono state fissate al massimo per tutte le attività economiche, esclusi i bar e pasticcerie, i negozi di ortofrutta, pescherie e fiorai. Quindi, i ristoranti, le pizzerie e i pub sono passati dalla tariffa minima alla tariffa massima. Continua a leggere

Aumenti della TARI – Parte 3

paradiso fiscaleSempre in merito alla Tari, dato che la ditta Teknoservice ha dichiarato arbitrariamente meno costi fissi, per quanto riguarda le utenze domestiche la componente fissa della Tari si è ridotta del 30% in media per tutti. Viceversa, dato che la ditta ha dichiarato sempre arbitrariamente più costi variabili, la componente variabile della Tari è aumentata dal 100% al 150%, a seconda del numero di componenti il nucleo familiare. La componente fissa del costo grava sulla bolletta in base ai metri quadri dell’immobile. La componente variabile grava sulla bolletta in base ai componenti del nucleo familiare. Continua a leggere

Aumenti della TARI – Parte 2

pesante tasse tursiProseguiamo la trattazione della TARI, ricordando che doveva essere l’assessore al ramo Caldararo, datosi per disperso dalla scena politica, a dare spiegazioni ai cittadini. Nel piano finanziario, che ieri abbiamo spiegato a cosa serviva, la ditta ha indicato un aumento complessivo del costo pari a 60 mila euro, ma il gettito effettivo da incassare per il Comune aumenta a 785 mila euro, 135 mila euro in più rispetto all’anno scorso. La ditta ha deliberatamente dichiarato che per l’anno 2015 dovrà smaltire 300 mila chilogrammi di rifiuti solidi urbani in più rispetto al 2014, su un totale 2015 di 1,5 milioni di chili. Se la popolazione residente è in calo, la produzione di rifiuti procapite è in calo, il numero di attività economiche è in calo, Continua a leggere

Resoconto consiglio comunale del 17 agosto 2015 – Parte 5

tasse tursiAl quarto punto all’ordine del giorno, la maggioranza ha deliberato per il 2015 il mantenimento delle stesse tariffe TASI dell’anno 2014. Caldararo ha relazione nel merito, spiegando che non ci saranno aumenti della TASI per i cittadini. È intervenuto il consigliere di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, che ha chiesto spiegazioni all’assessore in merito al dimezzamento della voce di entrata in bilancio, pari a 230 mila euro nel 2014 e pari a 115 mila euro nel 2015. Caldararo ha risposto che l’errore è stato dovuto ai parametri forniti dal ministero e che 115 mila euro è il gettito effettivo. Di Matteo ha replicato che c’è differenza tra gettito stimato e gettito effettivo. Il primo è quanto dovrebbero versare tutti i contribuenti, il secondo è quanto effettivamente versano. Continua a leggere