Archivio tag: Consorzio

Arriva l’acqua a Caprarico

Un mese fa richiedevamo al Consorzio di Bonifica di attivare la fornitura idrica per uso irriguo al territorio di Tursi che va da Caprarico Vallo fino a Gannano. La fornitura avviene tramite un sistema di vasche nel territorio di Santarcangelo, come da foto. La prima vasca riceve l’acqua direttamente da un canale nel fiume Agri e decanta l’acqua dividendola dalla melma. La seconda vasca invece immette l’acqua depurata nelle condotte. La prima vasca si riempie ogni anno di melma e il Consorzio non provvede in tempo a ripulirla. Ecco perché la fornitura è sempre ritardata a giugno. Quest’anno la vasca non è stata affatto pulita perché la melma era ancora bagnata e l’escavatore era impossibilitato ad opere. Continua a leggere

Fornitura idrica a scopo irriguo a Caprarico

Il consigliere comunale Antonio Di Matteo, Presidente del Gruppo consiliare MuoviAmo Tursi, ha chiesto al Consorzio di Bonifica di Basilicata in data odierna che l’acqua a scopo irriguo venga fornita per le località Caprarico Sottano, Caprarico Basso e Caprarico Cento Tomoli come stabilito da contratto già dal giorno 01/04/2019 e non com’è accaduto negli anni precedenti in cui l’avvio della fornitura coincideva con l’inizio del mese di giugno. Continua a leggere

Programma per l’Agricoltura – Elezioni Regionali 2019

L’agricoltura è, insieme al turismo, il settore che crea ricchezza nella nostra Regione e che dà lavoro a migliaia di imprese, braccianti, operai specializzati, professionisti, trasportatori, commercianti, fornitori. Un indotto di milioni di euro e di decine di migliaia di lavoratori. Un settore abbandonato a sé stesso. Problemi irrigui irrisolti d’estate, allagamenti d’inverno, danni da fauna selvatica al raccolto e agli impianti, difficoltà a collocare il prodotto sul mercato, l’annosa questione del demanio regionale, contributi Pac e Psr non corrisposti o corrisposti in ritardo per cavilli, viabilità rurale sempre più degradata. Queste le problematiche più urgenti di un comparto che pretende attenzione. Continua a leggere

Le crisi idriche si prevengono

Nell’annata agricola 2017, le difficoltà organizzative del Consorzio di Bonifica e del Centro Operativo di Policoro, in particolar modo, sono emerse in pieno. In questi mesi, il Consorzio ha avuto il tempo e il modo per intervenire. Sul territorio di Tursi, gli interventi non si sono visti con intensità.

Le vasche Finata 1C, San Teodoro C1, Marone 3A-1 e Monte 3A-2 hanno urgente bisogno di essere ripulite da tutto il materiale presente al loro interno: melma, terreno, vegetazione, pietrame. Questo affinché si possa ampliare la capienza degli invasi e migliorare l’efficienza degli impianti del Consorzio, riducendo l’incidenza dei detriti negli impianti dei privati fruitori. Continua a leggere

Due anni di successi politici per MuoviAmo Tursi – Parte 2

Sulla questione dei cinghiali, MuoviAmo Tursi, dopo aver approfondito la tematica con gli uffici regionali e locali, ha sentito la necessità di responsabilizzare la politica che si è dimostrata inerte di fronte ad un’invasione che danneggia gravemente, soprattutto negli ultimi anni, il comparto agricolo. Da quest’anno i cinghiali hanno iniziato a distruggere i frutteti per poterne mangiare il raccolto. Nessun provvedimento regionale è stato adottato per aumentarne gli abbattimenti e ridurre l’incidenza degli animali, ma allo stesso tempo la Regione paga centinaia di migliaia di euro di risarcimenti. La correlazione tra immobilismo e danni è fonte di responsabilità. Continua a leggere

Due anni di fallimenti politici per l’amministrazione comunale – Parte 3

Concludiamo con il settore principale della nostra Città, l’agricoltura. È sparita dalle priorità dell’amministrazione comunale. Negli ultimi due anni, secondo Cosma, l’agricoltura è diventata qualcosa di cui vergognarsene. Andare in campagna è deplorevole. Sporcarsi le mani di terra è riprovevole. Fare lo sciocco in qualche lido policorese è più lodevole? Eppure, l’agricoltura è il nostro orgoglio. 500 partite Iva e centinaia di operai che reggono la nostra economia andando a vendere i propri prodotti in giro per il mondo e portando a Tursi ricchezza. Nonostante questa rilevanza, l’amministrazione comunale ha fatto scelte che hanno penalizzato l’agricoltura. La chiusura delle fontane di Caprarico, Gannano ed Anglona ha danneggiato gli agricoltori e i residenti delle frazioni che da queste fontane attingevano l’acqua per le abitazioni non allacciate alla linea dell’Acquedotto. Se a questo aggiungiamo che poi la fontana di Anglona è stata riaperta, con il pagamento del costo di riattivazione da parte del Comune, e quella di Caprarico no, nonostante in entrambi i casi ci siano residenti con gli stessi requisiti, la questione entra nella discriminazione politica. Bastava ridurre la portata dei rubinetti per ridurre il consumo di acqua e disincentivare l’utilizzo illegittimo di questa risorsa. Continua a leggere

Resoconto evento con gli agricoltori sulla crisi idrica

Nonostante la carenza di fornitura idrica, le soluzioni ci sono e possono essere realizzate in pochi giorni. Ecco un brevissimo sunto del lungo incontro tenutosi ieri mattina presso la sala consiliare del Comune di Tursi, organizzato da MuoviAmo Tursi. Il Consigliere Antonio Di Matteo, dopo una breve premessa agli agricoltori invitandoli a rimanere puntuali e concisi sulla segnalazione delle problematiche, ha presentato alla platea il Dott. Bernardo Francesco, Capo Settore Irrigazione del Consorzio di Bonifica, che ha dato la propria disponibilità a farsene carico. Continua a leggere

Incontro pubblico sulla crisi idrica

Domani 08 giugno 2017 alle ore 09.00 presso la Sala Consiliare del Comune di Tursi, MuoviAmo Tursi ha organizzato un incontro con gli agricoltori per discutere, capire e risolvere le problematiche relative alla crisi idrica che sta vivendo il settore agricolo. Interverrà il Dott. Bernardo Francesco – Capo Settore Irrigazione del Consorzio di Bonifica. Il Dott. Bernardo è il responsabile del settore di tutto il Consorzio a livello provinciale e ha la volontà e gli strumenti per porre rimedio a tutti i disservizi che gli agricoltori stanno vivendo in queste settimane. Continua a leggere