Archivio tag: Cosma

Condanna per danno erariale per Cosma e Labriola

Di qualche giorno fa la pubblicazione della notizia di condanna per danno erariale per Cosma e Labriola, consiglieri della Provincia di Matera dal 2009 al 2014. Citando il giornalista Amato de il Quotidiano della Basilicata: “Labriola e Cosma sono stati condannati anche per essersi fatti risarcire spese di viaggio dichiarando l’utilizzo di auto non più circolanti alla data del viaggio ammesso a rimborso.” Inoltre, sempre Amato scrive che “Cosma dovrà dare indietro 999,00 € corrispondenti al valore del personal computer notebook acquistato con i fondi erogati ai gruppi consiliari, non essendo stato restituito al termine del mandato nel maggio del 2014”.

Continua a leggere

Il bluff dell’eolico

“Sposteremo il mercato mensile da viale Sant’Anna a viale Santi Quaranta per facilitare i lavori di costruzione del parco eolico e la realizzazione dello sbocco di viale Sant’Anna”. Questo andava professando Cosma. È stato smentito dal tempo. Il mercato è stato spostato con un anno di anticipo e per altre motivazioni.

“Se non facciamo in fretta, rischiamo di perdere l’eolico. Le opposizioni vogliono farci pendere tempo”. Anche questa affermazione, ad due anni di distanza, è stata smentita perché la ditta ha ricevuto la proroga e il Comune di Colobraro non ha avuto fretta ed è riuscito ad avere benefici maggiori di Tursi. Forse il rapporto diretto tra Cosma e la ditta, non ha sortito gli effetti sperati… per la collettività. Continua a leggere

Due anni di fallimenti politici per l’amministrazione comunale – Parte 3

Concludiamo con il settore principale della nostra Città, l’agricoltura. È sparita dalle priorità dell’amministrazione comunale. Negli ultimi due anni, secondo Cosma, l’agricoltura è diventata qualcosa di cui vergognarsene. Andare in campagna è deplorevole. Sporcarsi le mani di terra è riprovevole. Fare lo sciocco in qualche lido policorese è più lodevole? Eppure, l’agricoltura è il nostro orgoglio. 500 partite Iva e centinaia di operai che reggono la nostra economia andando a vendere i propri prodotti in giro per il mondo e portando a Tursi ricchezza. Nonostante questa rilevanza, l’amministrazione comunale ha fatto scelte che hanno penalizzato l’agricoltura. La chiusura delle fontane di Caprarico, Gannano ed Anglona ha danneggiato gli agricoltori e i residenti delle frazioni che da queste fontane attingevano l’acqua per le abitazioni non allacciate alla linea dell’Acquedotto. Se a questo aggiungiamo che poi la fontana di Anglona è stata riaperta, con il pagamento del costo di riattivazione da parte del Comune, e quella di Caprarico no, nonostante in entrambi i casi ci siano residenti con gli stessi requisiti, la questione entra nella discriminazione politica. Bastava ridurre la portata dei rubinetti per ridurre il consumo di acqua e disincentivare l’utilizzo illegittimo di questa risorsa. Continua a leggere

Chi paga il portavoce?

L’onestà intellettuale è purtroppo prerogativa esclusiva di pochi cittadini. Non per questo bisogna sentirsi legittimati ad essere intellettualmente disonesti dalla cima dei capelli alla punta dei piedi. Capivamo anche la necessita di dover sbandierare una bandiera, forse neanche condivisa. Capivamo le necessità contingenti della persona al momento della prima nomina. Ma ora non ci sono più i presupposti per capire o giustificare. Infatti, dal 14 marzo 2017, il portavoce del sindaco, prima pagato con soldi comunali, compie il proprio disgraziato compito a titolo gratuito. Perché lo compie? Perché condivide l’azione amministrativa, dopo essere stato folgorato sulla via per Damasco? Per vana gloria? Eppure Cosma si era vantato di aver impedito al giovane di fare le valige garantendogli un minimo, fin troppo minimo. O vale l’analisi prima fatta oppure ci sono fondi diversi che transitano. Continua a leggere

La nullità di Cosma alla Provincia

A seguito delle numerose richieste di intervento dei cittadini e di MuoviAmo Tursi, l’ufficio tecnico della Provincia di Matera ha individuato come prioritaria la pulizia di alcuni chilometri di cunette sulle strade provinciali presenti nel territorio del Comune di Tursi. Tra queste, la strada provinciale di Marone, la strada provinciale di Caprarico, la vecchia strada che collega Tursi a Ponte Masone, la strada provinciale che collega Tursi con la Fondovalle Agri, la strada provinciale dei Campi, la strada provinciale Gannano, con il rifacimento dei due ponti crollati nel territorio di Stigliano. Continua a leggere

Le dimissioni di Cosma un atto consequenziale

«Alla luce di quanto messo nero su bianco dal Responsabile Area Contabile del Comune di Tursi, Rag. Damiano, il sindaco di Tursi avrebbe dovuto avere il buon gusto di dimettersi. Un dirigente di nomina sindacale che certifica il fallimento finanziario dell’ente amministrato da Cosma rappresenta la sentenza più dura per un’amministrazione comunale che da due anni racconta la storiella del risanamento dei conti. Storiella che MuoviAmo Tursi ha smentito punto per punto citando le voci contabili e le relative dinamiche.» È quanto dichiara il Portavoce di MuoviAmo Tursi, Mario Cuccarese.

«Il 23 marzo il Rag. Damiano ha comunicato al sindaco, alla giunta, al segretario comunale, nonché ai responsabili delle aree all’interno del Municipio, che il Bilancio consuntivo 2016 dell’ente si chiude con un considerevole disavanzo di amministrazione. Continua a leggere

Fermate MuoviAmo Tursi

Questo è l’imperativo della granitica amministrazione comunale. Prima le disposizioni bulgare per restringere l’operato del Consigliere di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, all’interno degli uffici comunali. Non deve studiare i faldoni. Non deve avere copia dei documenti. Non deve parlare con i dipendenti. Ora il divieto assoluto per il Consigliere di presenziare durante i sopralluoghi da lui stesso richiesti. Queste sono tipiche azioni di chi ha oramai perso la fiducia nelle persone di cui si circonda e si sente ogni giorno più solo. La solitudine fa vedere ombre ovunque, tanto da ritenere necessario ogni strumento utile per eliminare gli avversari, divenuti oramai nemici. Sono le tipiche azioni di chi ha già perso e si copre la ritirata. Questo vuol dire fare politica? Continua a leggere

Il dissesto finanziario di Tursi è il fallimento di Cosma e Caldararo

cosma sacrificiSono passati sei anni e mezzo da quando, nel 2010, l’ex sindaco Labriola divenne primo cittadino, ed insieme a lui, Caldararo divenne assessore al bilancio e Cosma vice sindaco. Nel 2015 i cittadini di Tursi hanno avuto l’occasione di scegliere una nuova amministrazione, una migliore, tra le quattro liste contendenti, e hanno fatto il loro più grande errore. Noi di MuoviAmo Tursi parliamo di errore perché gli effetti dell’amministrazione Labriola sui conti comunali era già evidente dal 2012, quando numerose partite contabili straordinarie mostravano un’ampiezza tale da essere insostenibili nel breve periodo. Continua a leggere