Archivio tag: Cosma

Ecco il piano di rientro di Cosma & Caldararo

tasse in aumentoDa quasi un anno raccontiamo ai cittadini che le tasse aumenteranno. Molti non ci hanno creduto. Oggi abbiamo finalmente l’atto ufficiale che ci dà ragione. Con delibera di giunta comunale 97 del 25/08/2016, l’amministrazione comunale ha approvato l’atto di indirizzo per la riduzione delle spese e l’aumento delle entrate comunali al fine di risanare la gravissima situazione finanziaria causata da coloro che cercano di risolverla. Il piano prevede aumento delle tasse sui cittadini e sulle imprese. IMU, TASI, IRPEF, TOSAP e illuminazione votiva nel cimitero. A questo si aggiungeranno tutte le nuove entrate derivanti dall’aumento dei canoni sui terreni agricoli in fitto, l’istituzione di canoni per l’utilizzo delle strutture comunale (campi sportivi, locali, ecc.), Continua a leggere

Missioni impossibili

sindaco colobraroCosma e la sua amministrazione comunale, in neanche 12 mesi dall’insediamento, ha già speso 8 mila euro di soldi comunali, di tutti noi, in missioni “istituzionali”. Circa 120 missioni complessive, 1 ogni 4 giorni per Cosma e 1 ogni 2 giorni se si considerano anche tutti gli altri membri della maggioranza. Sono stati spesi circa 30 euro al giorno in missioni dalla dubbia istituzionalità. Di questo passo, in 5 anni, le spese saranno pari a 40 mila euro. Tutti in missione, ma nessuno è sembrato missionario. Infatti, hanno fatto pagare a noi le loro gite. Presentazioni di libri, inaugurazioni, manifestazioni. Una vergogna, l’ennesima. Continua a leggere

Di Matteo, il padrino

padrino di matteoReplica all’assurdo comunicato di Cosma. Un’ottima occasione per dimostrare la abissale differenza che c’è tra il consigliere comunale di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, e un’amministrazione comunale così tanto impegnata a risolvere i problemi dei cittadini che passa buona parte della giornata a leggere le bacheche facebook degli altri ed ad interpretare con malsana fantasia quanto viene ritrovato. Continua a leggere

Consiglio comunale il 28 maggio 2016

consiglio comunaleIl Consiglio Comunale è convocato presso la Sala Consiliare, in sessione ordinaria ed in seduta di prima convocazione per il giorno 28 maggio 2016 alle ore 09.30, ed in seduta di seconda convocazione per il 30 maggio 2016 alle ore 17.00, per trattare i seguenti argomenti posti all’ordine del giorno:

1) Art. 172, 1° comma, lettera c) del TUEL approvato con D.Lgs 18.08.2000, n. 267 – Verifica delle quantità e qualità delle aree e fabbricati da destinare alla residenza, alle attività produttive e terziarie (L. 18.04.1962, n. 167 – L. 22.10.1971, nr. 865 – L. 5.08.1978, nr 457) e determinazione prezzo di cessione. Continua a leggere

Condanna Usi Civici: 122 mila euro di risarcimento

corte dei contiPubblichiamo di seguito la sentenza 22/2016 della Corte dei Conti di Basilicata, con la quale vengono condannati al risarcimento di 122 mila euro tutti i soggetti che hanno avuto incarichi di giunta, oltre ai due dirigenti comunali del periodo di riferimento. La questione è quella degli usi civici non riscossi, che a parere dei giudici contabili, hanno arrecato un danno erariale alle casse dell’ente, visto che non possono essere più riscossi, essendo prescritti. Per questo motivo, una parte di quelle somme devono essere pagate dai ritenuti responsabili, indicati chiaramente, nelle persone e nelle azioni, nella sentenza di seguito pubblicata. Continua a leggere

Piange il telefono

vodafone tursi offertaIn data 18 agosto 2015, mentre i tursitani si divertivano con il tanto declamato programma estivo tursitano, la giunta comunale approvava il nuovo piano di telefonia mobile e fissa per il Comune di Tursi. La Vodafone, non si sa se su invito di qualche brillante assessore, protocollò in data 4 agosto 2015 una offerta. La giunta comunale, come prima detto, la ritenne “migliorativa e conveniente” rispetto al sistema precedentemente adottato. 43 tra telefoni e tablet, più di 20 SIM, 30 aggeggi per il “controllo del territorio”. Volete sapere quanto era “migliorativa e conveniente” questa offerta della Vodafone? Ci sarebbe costata 37 mila euro all’anno. Continua a leggere

Chi ha affossato Tursi?

debito pubblico tursiCosma in data 12 febbraio 2016 scriveva sulla sua pagina facebook quanto di seguito: “Come ben sapete, forse anche in misura superiore alla realtà, il nostro Comune, come molti altri piccoli comuni italiani, versa in condizioni economiche preoccupanti. Non ho timore a dire che non mi aspettavo di trovare una situazione del genere, cosi come mi assumo tutto le mie responsabilità perché sono tredici anni che amministro, a vario titolo, la mia Città. Tuttavia, gli errori del passato ed i massicci tagli degli stanziamenti statali, hanno provocato questa situazione che mi ha messo di fronte a due strade da percorrere: chiedere un aiuto al Presidente della Regione, Marcello Pittella, con il quale ho un rapporto di stima e rispetto da anni, oppure dichiarare il pre-dissesto, ossia portare la tassazione comunale ai massimi livelli, adoperare tagli ai servizi e portare cosi i cittadini davvero all’esasperazione. Poi c’era la via sicura. Ma solo per la mia persona: Dimettermi.” Due sono le alternative: o Cosma è consigliato male o mente. In entrambi i casi fa una pessima figura. Se è consigliato male vuole dire che non ha la capacità di leggersi due righe di normativa, anche di facile comprensione. Se mente, il problema è dei suoi lecchini. Continua a leggere

Parere negativo al trasferimento degli asili comunali

Errare-umano-perseverare-diabolicoIl 24 agosto scorso, la Dirigente dell’ormai ex Istituto comprensivo Albino Pierro di Tursi ha deciso di inviare una lettera a Cosma, ai consiglieri comunali, al responsabile dell’ufficio tecnico, al responsabile dell’ufficio socio culturale e ai componenti del Consiglio d’Istituto. Con la lettera la Prof.ssa Carmela Liuzzi ha voluto comunicare di non aver mai espresso condivisione al trasferimento temporaneo e sperimentale degli asili nel plesso di Santi Quaranta. Inoltre, ha aggiunto di non condividere le affermazioni secondo cui l’accorpamento comporterà un miglioramento dell’offerta formativa e di programmazione. Continua a leggere