Archivio tag: Predissesto

ICA srl vince contro il Comune

La ICA srl, società incaricata più di 10 anni fa dell’attività di emissione delle multe, ha vinto con sentenza n. 250/2019 dl 18/03/2019 la causa civile contro il Comune di Tursi per un importo attorno ai 300 mila euro comprensivi di spese, interessi, perizie, compensi professionali e tasse. L’importo della sentenza sarà interamente a carico dei cittadini. Nel piano di riequilibrio poliennale della fase di predissesto, la pendenza giudiziaria veniva quantificata per 218 mila euro ed inoltre veniva considerata una riduzione del debito in fase di concordato con la ditta creditrice. Continua a leggere

Delibera 23 del 30-10-2018

Durante il Consiglio comunale del 30/10/2018 venne approvata dalla maggioranza la delibera n. 23 del seguente punto all’ordine del giorno: «Variazione al Bilancio di previsione 2018/2020 e alla dotazioni di cassa, con adeguamento al piano di riequilibrio finanziario pluriennale (art.243 – bis TUEL) – Aggiornamento piano triennale OO.PP. 2018/2020». Il consigliere comunale di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, esprime voto contrario dichiarando quanto segue: “Vista la forte discrepanza tra gli importi di competenza e quelli di cassa; vista la ulteriore discrepanza tra quanto iscritto nel bilancio di previsione qualche mese fa e gli importi modificati ad assestamento e, a breve, a consuntivo;
Continua a leggere

Domande senza risposta

arrampiscarsi vetri tursiDurante la seduta di consiglio comunale del 3 ottobre scorso, il consigliere di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, ha fatto le seguenti domande, messe a verbale, con la relativa risposta, all’assessore al bilancio del Comune di Tursi, Caldararo: da quanti anni svolge ininterrottamente l’incarico di assessore al bilancio del Comune di Tursi? Da quanto tempo è a conoscenza della gestione inefficiente dei residui attivi e passivi? Da quanto tempo è a conoscenza della presenza di debiti fuori bilancio poi quantificati in 1,8 milioni di euro? Il dott. Veneziano, responsabile area amministrativa e contabile del Comune di Tursi dal 2010 al 2015, era suo uomo di fiducia? C’erano negli esercizi contabili precedenti sintomi concordanti ed oggettivi che potessero prudentemente e diligentemente consentire di capire la attuale situazione dei conti del Comune di Tursi? Continua a leggere

Creditori non pagati

debitiTutte le aziende che vantano crediti nei confronti del Comune di Tursi, purtroppo, potrebbero subire, nei prossimi mesi, una perdita che va dal 20% al 40% dell’ammontare del credito. Si tratta, per il Comune, di debiti fuori bilancio. I creditori soggetti a questa riduzione sono però solo quelli che accetteranno l’accordo con il Comune. Gli altri riceveranno la somma intera rateizzata nei 10 anni del piano di riequilibrio che ancora deve essere validato dalla Corte dei Conti. L’ammontare complessivo dei crediti che subiranno questo trattamento è 1,9 milioni di euro, che in base alla riduzione architettata dalla coppia Cosma e Caldararo dovrebbe ridursi a soli 928 mila euro. Continua a leggere

Svendita terreni agricoli comunali

oliveto tursiNei prossimi giorni, presenteremo brevemente l’intero impianto contabile su cui si basa il fantomatico piano di salvataggio del Comune di Tursi messo in atto da coloro che l’hanno precedentemente portato al fallimento, Cosma e Caldararo. Per recuperare quattrini, il modo peggiore è svendere il patrimonio comunale, che, sulla base dei dati ufficiali, è molto ricco. Soltanto il patrimonio agricolo, composto da terreni agricoli oggi in fitto, che quindi producono già un reddito, è pari a 576 mila euro, stimato in base al valore agricolo medio dei terreni. Questa stima però è sicuramente prudenziale, perché realizzare la vendita di un terreno può, in condizioni ottimali, produrre entrate anche superiori, se saputa fare. Appunto, se. Continua a leggere

Resoconto consiglio comunale del 3 ottobre 2016 – Parte 6

rubare lo spirito natalizioIn merito ai punti 8 all’ordine del giorno, l’amministrazione comunale ha aumentato le tariffe TOSAP. Il gettito è passato da 35 mila euro ad una stima di 52 mila euro, con un aumento preventivato di 17 mila euro. Queste stime, come sottolineato dal consigliere di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, non sono affatto realistiche perché ci sarà una notevole riduzione delle richieste da parte delle imprese e quindi il gettito non varierà di molto. Nonostante questo, la riduzione delle richieste rappresenterà comunque un danno per le imprese che si vedranno costretta a ridurre i servizi offerti e l’attività svolta. Continua a leggere

Resoconto consiglio comunale del 3 ottobre 2016 – Parte 5

tursi imu aliquoteIn merito ai punti 6 e 7 all’ordine del giorno, la maggioranza ha aumentato ai livelli massimi i carichi fiscali sugli immobili dei tursitani. Al fine di risanare il buco creato da Cosma e Caldararo, i cittadini dovranno pagare 230 mila euro di aumenti già nel 2016. Difatti, il gettito IMU, da 380 mila euro all’anno, passerà a 600 mila euro all’anno; mentre il gettito TASI, da 80 mila euro all’anno, passerà a 90 mila euro all’anno. Un aumento delle tasse comunali che riguarderà principalmente le categorie catastali di basso valore. Continua a leggere

Il dissesto finanziario di Tursi è il fallimento di Cosma e Caldararo

cosma sacrificiSono passati sei anni e mezzo da quando, nel 2010, l’ex sindaco Labriola divenne primo cittadino, ed insieme a lui, Caldararo divenne assessore al bilancio e Cosma vice sindaco. Nel 2015 i cittadini di Tursi hanno avuto l’occasione di scegliere una nuova amministrazione, una migliore, tra le quattro liste contendenti, e hanno fatto il loro più grande errore. Noi di MuoviAmo Tursi parliamo di errore perché gli effetti dell’amministrazione Labriola sui conti comunali era già evidente dal 2012, quando numerose partite contabili straordinarie mostravano un’ampiezza tale da essere insostenibili nel breve periodo. Continua a leggere