Archivio della categoria: Fisco

Bilancio sbilanciato – Parte 3

viminaleIl 10 giugno 2016 il Prefetto di Matera concedeva ulteriori 14 giorni al consiglio comunale di Tursi in attesa dell’ufficiale risposta del Ministero dell’interno in merito alla obbligatorietà di approvare o meno il bilancio di previsione al fine di proseguire con la procedura di predissesto. Il ministero, il 16 giugno, ha ufficialmente dichiarato che fosse necessaria l’approvazione del bilancio di previsione proprio per quantificare lo stato di bisogno, che altrimenti non poteva desumersi da altri documenti regolarmente approvati dagli organi elettivi comunali. Continua a leggere

Bilancio sbilanciato – Parte 1

revisore dei contiIl 27 agosto 2015, nella relazione di inizio mandato, Cosma affermava che “la situazione finanziaria e patrimoniale dell’ente non presenta squilibri”, nonostante già emergesse un Risultato economico di esercizio negativo pari € -555.686,67 ed il monito inserito nella premessa della stessa Relazione che recitava: “Sulla base delle risultanze della relazione medesima, il sindaco, ove ne sussistano i presupposti, può ricorrere alle procedure di riequilibrio finanziario vigenti”. Nel 2015, se non fosse stata per l’ignoranza e la superbia di qualcuno, la situazione era risanabile senza i così gravi sacrifici che andranno a chiedere ai cittadini. Continua a leggere

I conti tornano… per chi sa contare

corte dei contiCon questo volantino, i gruppi consiliari di opposizione vogliono riassumere quella che è la grave ed oramai conclamata condizione finanziaria del Comune di Tursi. Inoltre, oltre a questo, vogliono rammentare ai lettori quelle che sono le responsabilità di questa situazione, che andrà a pesare già tra qualche mese sulle spalle dei tursitani.

Continua a leggere

“Le tasse non sono aumentate”

tasse in aumentoVanno dicendo in giro, quelli dell’amministrazione comunale, e hanno avuto anche il coraggio di dirlo in pubblica piazza, che non hanno aumentato le tasse. Infatti, i cittadini si sono sognati gli aumenti della tassa sui rifiuti in questi anni. Nel 2012 i cittadini pagavano ancora 400 mila euro, circa il 60% del costo del servizio di nettezza urbana. I restanti 150 mila euro li metteva il Comune. Lo consentiva la legge. Dal 2013, con l’introduzione della Tares, il cittadino ha dovuto pagare per intero il servizio, che nel 2014 è arrivato a costare 650 mila euro. Nel 2016 la Tari pagata dai cittadini è stata pari a 790 mila euro. Dai 400 mila euro del 2012 ai quasi 800 mila euro del 2016. In pochi anni, i cittadini hanno dovuto pagare molto di più. Continua a leggere

Comizio delle opposizioni il 18 giugno 2016

tasse in aumentoSabato 18 giugno, alle ore 20.30, si terrà il comizio dei Gruppi consiliari di opposizione in piazza Maria Santissima di Anglona. Verranno informati i cittadini di quello che sta accadendo nel Comune di Tursi, della situazione finanziaria e di tutte le principali questioni relative all’ente. I cittadini tutti sono invitati a partecipare, affinchè si faccia finalmente chiarezza, affinchè si capiscano le responsabilità. Verranno presententati, dati alla mano, le origini del disavanzo da 10 milioni di euro che a breve noi tutti dovremo pagare.  Continua a leggere

Resoconto consiglio comunale del 28 maggio 2016 – Parte 1

coyote foolproof plan tursiCi dispiace per i tursitani, ma siamo arrivati al punto che le tasse aumenteranno, tutte, indiscriminatamente, per pagare i debiti creati dai loro cari, nel vero senso della parola, eletti. 1,8 milioni di euro nel 2014, 1,2 milioni nel 2015, 3,2 milioni nel 2016, 1,2 milioni nel 2017, 1,2 milioni nel 2018. Per un totale di 8,6 milioni di euro di disavanzo al 2018. A questo va aggiunto il debito finanziario, pari a 1,5 milioni di euro. Facendo una somma approssimativa, perché andrebbero sottratte le quote annuali dei mutui e delle rateizzazioni dei disavanzi degli anni precedenti, si arriva a 10 milioni di euro. MuoviAmo Tursi, a dicembre 2013 affermava che il debito comunale era insostenibile. A maggio 2015 affermava che i debiti al 2014 erano più di 4 milioni di euro. Continua a leggere

Resoconto consiglio comunale del 12 maggio 2016

consiglio comunaleIl 12 maggio scorso, la maggioranza ha approvato il rendiconto di gestione del 2015 con un disavanzo di amministrazione di 1,2 milioni di euro. Un bilancio che ha finalmente mostrato le improponibili metodologie di gestione della spesa comunale da parte degli scienziati del diritto amministrativo e della contabilità pubblica. Hanno giustificato spesa corrente con entrate incerte e straordinarie. La gestione dei residui ne è risultata sbilanciata. Tanto da far emergere al 2014 1,8 milioni di euro di disavanzo di amministrazione, che aggiunto al 1,2 milioni di euro del 2015 raggiunge il totale di 3 milioni. La denuncia di MuoviAmo Tursi durante l’approvazione del bilancio di previsione 2015, il 17/08/2015, Continua a leggere

Il momento delle responsabilità

tasse tursiDa oggi in poi, non relazioneremo più sul blog in maniera approfondita sulle questioni relative al bilancio. Non vorremmo fornire ai responsabili del disastro finanziario del Comune di Tursi la via d’uscita alla trappola entro la quale si sono andati a infilare. Faranno scattare la trappola loro stessi. La trappola che si sono creati. Ogni responsabilità verrà perseguita. Ogni colpa denunciata. Saremo inflessibili sull’azione di controllo e di denuncia. Il Comune di Tursi è stato portato in questi 6 anni di dissennata gestione non al baratro, ma nel baratro. Grazie anche ai 1322 baldi tursitani che hanno votato Cosma e Caldararo che oggi siamo falliti. Continua a leggere