Archivio della categoria: Sprechi

Ricarica telefonica da 50 mila euro

A pochi mesi (31/03/2016) dall’insediamento dell’amministrazione comunale denunciavamo ai cittadini l’allegra gestione delle utenze telefoniche e continuavamo a rendicontare le spese pazze per utenze telefoniche anche nei mesi a seguire (20/02/2017). Una vicenda che si è incancrenita quando il Comune ha deciso di non pagare le bollette e la Vodafone, creditrice per più di 30 mila euro, ha deciso di recuperare il credito. La barzelletta è proseguita quando il 24 aprile scorso il Responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune ha dichiarato che “da verifiche d’ufficio, è stato riscontrato che le fatture indicate nel ricorso di Vodafone sono riferite all’Area Programma Metapontino-Collina Materana (ex comunità montana)”. Continua a leggere

Restituiti i soldi alla Regione Basilicata

Visto che ne abbiamo tanti, è pur giusto che il Comune di Tursi amministrato da Cosma e Caldararo torni un po’ di soldi alla Regione Basilicata dell’amico, loro, Pittella. Facciamo un breve elenco: 15.622,24 euro non spesi per i lavori di adeguamento della zona Paip realizzati nel 2012; 34.658,15 euro non spesi per i lavori di manutenzione straordinaria del torrente Pescogrosso realizzati nel 2015; 19.243,40 euro non spesi per i lavori di completamento del municipio vecchio a San Filippo realizzati nel 2015. Per un totale di 65.523,79 euro ricevuti e non spesi. Ricapitolando. Il Comune di Tursi ha ricevuto dei fondi per investimenti strutturali che, una volta conclusi e rendicontati, hanno riportato una somma complessivamente spesa inferiore alle risorse ricevute. Continua a leggere

Craparico.it

Quella che presenteremo oggi è un’altra genialata dell’amministrazione Labriola, perpetrata nei metodi, con quella attuale. Nel 2014 si conclusero i lavori di ristrutturazione della struttura comunale che ospitava l’ufficio postale a Caprarico, affianco la chiesa nel borgo. L’obiettivo era realizzare un centro per la valorizzazione e fruizione dell’identità culturale del borgo rurale di Caprarico, in agro di Tursi, con la creazione di un centro di cultura e documentazione sulla riforma agraria e una mostra permanente che documenti la riforma agraria nel Comune di Tursi. Un progetto costato alla Comunità europea 250 mila euro e al Comune di Tursi 50 mila euro tra Iva e incentivi. In attesa di prossimi aggiornamenti, vi lasciamo con una chicca. Continua a leggere

Pittella, ma quanto ci costi?

Alcuni pensavano che la visita di Pittella fosse un’occasione per informare la cittadinanza di Tursi della fantasmagorica attività svolta in questi anni dai fratelli Trivella e company alla Regione. Altri pensavano che Pittella avesse sbagliato paese, o forse regione, visto che ha raccontato un mondo completamente inesistente. Altri pensavano che Pittella portasse i 600 mila euro promessi, che nella fantasia di qualche amministratore sono diventati 800 mila euro. Altri ancora pensavano che Pittella stesse alla ricerca di voti e sponsorizzazioni per la campagna elettorale alla Regione per il 2018. Continua a leggere

Linee calde

Ma non dovevano eliminare tutte le utenze telefoniche da cellulare del Comune di Tursi? A quanto pare no. Infatti, la Vodafone continua a mandare fatture che il Comune continua a pagare. Abbiamo trovato una fattura da 855 € liquidata a dicembre scorso. I soldi per pagare i creditori che aspettano da 2-3 anni non ci sono, i soldi per la Protezione Civile non ci sono, ma i soldi per mantenere servizi inutili e costosi ci sono. Eppure, per spendere 855 € in pochi mesi vuol dire che le utenze in questione sono numerose e anche parecchio attive. Continua a leggere

Missioni impossibili

sindaco colobraroCosma e la sua amministrazione comunale, in neanche 12 mesi dall’insediamento, ha già speso 8 mila euro di soldi comunali, di tutti noi, in missioni “istituzionali”. Circa 120 missioni complessive, 1 ogni 4 giorni per Cosma e 1 ogni 2 giorni se si considerano anche tutti gli altri membri della maggioranza. Sono stati spesi circa 30 euro al giorno in missioni dalla dubbia istituzionalità. Di questo passo, in 5 anni, le spese saranno pari a 40 mila euro. Tutti in missione, ma nessuno è sembrato missionario. Infatti, hanno fatto pagare a noi le loro gite. Presentazioni di libri, inaugurazioni, manifestazioni. Una vergogna, l’ennesima. Continua a leggere

Piange il telefono

vodafone tursi offertaIn data 18 agosto 2015, mentre i tursitani si divertivano con il tanto declamato programma estivo tursitano, la giunta comunale approvava il nuovo piano di telefonia mobile e fissa per il Comune di Tursi. La Vodafone, non si sa se su invito di qualche brillante assessore, protocollò in data 4 agosto 2015 una offerta. La giunta comunale, come prima detto, la ritenne “migliorativa e conveniente” rispetto al sistema precedentemente adottato. 43 tra telefoni e tablet, più di 20 SIM, 30 aggeggi per il “controllo del territorio”. Volete sapere quanto era “migliorativa e conveniente” questa offerta della Vodafone? Ci sarebbe costata 37 mila euro all’anno. Continua a leggere

Resoconto consiglio comunale del 17 agosto 2015 – Parte 8

soldi-dalla-finestraAl punto 10 all’ordine del giorno si è discusso il bilancio di previsione. Ha relazionato brevemente l’assessore Caldararo. Il consigliere Caputo ha dichiarato che il bilancio comunale si fonda sugli introiti delle multe, ancora tutti da verificare. Inoltre, l’assessore al bilancio della precedente amministrazione è lo stesso dell’attuale, quindi non ci sono giustifiche per lo stato deficitario del bilancio comunale. Il consigliere comunale di MuoviAmo Tursi, Antonio Di Matteo, ha voluto approfondire alcune questioni normative e diverse voci di bilancio. Al bilancio di previsione portato in consiglio comunale mancano alcuni degli allegati previsti dalla normativa più recente. Continua a leggere