Archivio della categoria: Matera

Condanna per danno erariale per Cosma e Labriola

Di qualche giorno fa la pubblicazione della notizia di condanna per danno erariale per Cosma e Labriola, consiglieri della Provincia di Matera dal 2009 al 2014. Citando il giornalista Amato de il Quotidiano della Basilicata: “Labriola e Cosma sono stati condannati anche per essersi fatti risarcire spese di viaggio dichiarando l’utilizzo di auto non più circolanti alla data del viaggio ammesso a rimborso.” Inoltre, sempre Amato scrive che “Cosma dovrà dare indietro 999,00 € corrispondenti al valore del personal computer notebook acquistato con i fondi erogati ai gruppi consiliari, non essendo stato restituito al termine del mandato nel maggio del 2014”.

Continua a leggere

La frana dimenticata di Marone

Dopo due anni di siccità e scarsa piovosità invernale, la problematica del costone franoso lungo la strada di Marone è stata dimenticata dagli amministratori e dai giornali. Eppure, per lunghi mesi ha tenuto con il fiato sospeso aziende e famiglie. La Provincia, titolare della strada, emise ordinanza di chiusura al transito per il tratto in questione lasciando però gli utenti liberi di percorrerlo a loro rischio e pericolo. Vennero anche tagliati gli alberi più pesanti per alleggerire il carico sul costone. Negli ultimi mesi sono stati effettuati a spese dell’ente opere di pulizia delle cunette e rifacimento di alcuni tratti di asfalto. Dopo questi lavori, la strada è aperta al traffico, ma negli ultimi giorni si sono verificati alcuni eventi franosi di piccola entità che hanno riacceso la preoccupazione degli agricoltori.

Perché, nonostante ci siano rappresentanti locali nel consiglio provinciale e per di più in maggioranza, nonostante ci siano stati degli studi sul costone con progetti preliminari e quantificazione della spesa, non si provvede ad intervenire celermente per prevenire pericoli alla privata e pubblica incolumità? Continua a leggere

Incontro pubblico sulla crisi idrica

Domani 08 giugno 2017 alle ore 09.00 presso la Sala Consiliare del Comune di Tursi, MuoviAmo Tursi ha organizzato un incontro con gli agricoltori per discutere, capire e risolvere le problematiche relative alla crisi idrica che sta vivendo il settore agricolo. Interverrà il Dott. Bernardo Francesco – Capo Settore Irrigazione del Consorzio di Bonifica. Il Dott. Bernardo è il responsabile del settore di tutto il Consorzio a livello provinciale e ha la volontà e gli strumenti per porre rimedio a tutti i disservizi che gli agricoltori stanno vivendo in queste settimane. Continua a leggere

L’agricoltura di Tursi ancora senza acqua

Il Consorzio di Bonifica sta giocando con il fuoco. Questo deve essere chiaro da subito. Tutti gli agricoltori che si rivolgono agli uffici territoriali vengono rispediti a casa con la stessa bugia: “domani l’acqua ci sarà”. È un spudorata menzogna che hanno studiato a tavolino e che ripetono da due settimane. Già dal 30 aprile, per il Consorzio la colpa è della siccità e dell’Ente Irrigazione. È vero che c’è stata la riduzione a livello provinciale, ma è anche vero che Tursi è il territorio più danneggiato da questo razionamento. Infatti, il Consorzio richiede la fornitura alle varie prese della condotta Sinni non in base alle vere esigenze. Continua a leggere

La nullità di Cosma alla Provincia

A seguito delle numerose richieste di intervento dei cittadini e di MuoviAmo Tursi, l’ufficio tecnico della Provincia di Matera ha individuato come prioritaria la pulizia di alcuni chilometri di cunette sulle strade provinciali presenti nel territorio del Comune di Tursi. Tra queste, la strada provinciale di Marone, la strada provinciale di Caprarico, la vecchia strada che collega Tursi a Ponte Masone, la strada provinciale che collega Tursi con la Fondovalle Agri, la strada provinciale dei Campi, la strada provinciale Gannano, con il rifacimento dei due ponti crollati nel territorio di Stigliano. Continua a leggere

Strada provinciale di Marone: necessita ancora di alcuni interventi

marone tursiLa strada di Marone ritorna ad essere transitabile, dopo anni di abbandono. Una maggiore attenzione della Provincia di Matera per la strada che collega la fertile piana di Marone con la fontana di Frascarossa è dovuta alla continua insistenza di MuoviAmo Tursi e dei cittadini, che in questi ultimi mesi hanno più volte interessato non solo la Provincia, i suoi amministratori e i suoi dirigenti, ma anche ogni organo competente al controllo. Marone non ha mai meritato l’abbandono: per le centinaia di posti di lavoro che offre, per le tante aziende agricole che producono ottime prelibatezze, per le famiglie che ci risiedono. Continua a leggere

Matera Capitale e Magna Grecia: un’alleanza per lo sviluppo

chiesaIn qualità di tursitano che non ha mai smesso di pensare alle proprie origini ed in qualità di architetto, storico dell’Urbanistica (Ricercatore presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano negli anni 1986/2000 ) mi premeva offrire un contributo di riflessione al convegno che si tiene a Tursi. Ringrazio “in primis” la professoressa Aurelia Sole, che in qualità di Presidente della Fondazione Matera 2019, ma nel contempo Rettore Magnifico dell’Università Statale di Basilicata, ha reso possibile, per il concetto di “Cultura Diffusa” che si tenesse a Tursi un convegno con temi così qualificanti per il territorio lucano. I ringraziamenti sono estesi: all’Onorevole Deputato Cosimo Latronico, che rappresenta la Basilicata al Parlamento Italiano, all’ Avvocato Raffaello De Ruggeri come Sindaco di Matera che nel 2019 sarà Capitale Europea della Cultura, al Consigliere Regionale Achille Spada che porta la voce della regione Lucania, al nostro Sindaco di Tursi Professor Salvatore Cosma che si è reso disponibile affinché il convegno si tenesse nel nostro comune, con la consulenza dell’architetto Giuseppe Cavallo. Continua a leggere

Caprarico sempre più abbandonata

caprarico voragineSono mesi che segnaliamo alla Provincia di Matera la estrema urgenza di realizzare alcuni piccoli interventi sulla viabilità che collega gli agglomerati abitati di Caprarico con le principali arterie della zona. La strada provinciale che attraversa le campagne di Caprarico è dissestata e il pericolo è maggiore in un punto dove una voragine si è aperta nei mesi scorsi sotto il manto stradale. Situazione simile per la strada provinciale che collega la SS 598 Fondovalle Agri con la Diga di Gannano. Per non parlare della strada provinciale che collega Caprarico con Tursi, perennemente dissestata ed oggi completamente abbandonata. Su due ponti, il manto stradale è del tutto inesistente. Parlando con i tecnici della Provincia, la soluzione è già stata progettata e quantificata finanziariamente eppure ci è stato detto che “mancano le dovute pressioni politiche per mettere gli interventi in cima alle priorità della Provincia”. Quindi non è una questione di mancanza di fondi, ma di mancanza di attenzione da parte di coloro che dovrebbero tutelare il nostro territorio, Continua a leggere